L’Aic si scaglia contro le decisioni del Consiglio Federale: “Stupore ed imbarazzo”

di Maria Ferriero, @m_ferriero
Tommasi

Incontro importante quello che ha visto la FIGC come protagonista. L’obiettivo era quello di definire il proseguo della presente stagione e definire i dettagli in vista della prossima. Decisioni che, però, non hanno convinto l’Aic che ha commentato quanto progettato dal Consiglio Federale. Di seguito uno stralcio del comunicato, diramato tramite il portale online dell’assocalciatori.

CLICCA QUI PER LE ULTIME SUI CONTRATTI DEL NAPOLI

L’Aic commenta le decisioni del Consiglio Federale

Aic sulla decisione del Consiglio Federale
 

“È forte la delusione nell’apprendere che i club di tutte le serie professionistiche potrebbero iscriversi  al campionato 20/21 con il pagamento di un solo mese di stipendio. Si tratta di norme che hanno trovato l’opposizione dei rappresentanti di atleti e tecnici e che pregiudicheranno la tranquillità economica della maggior parte dei tesserati professionisti. La Federazione, infatti, è intenzionata a controllare per l’iscrizione di fine agosto l’avvenuto pagamento delle retribuzioni di marzo, aprile e maggio 2020. Siamo di fronte ad una vera e propria stortura se pensiamo che nel periodo di marzo si sono disputate gare in tutti e tre i campionati professionistici. Mentre nel periodo di lockdown tutti gli atleti hanno continuato a svolgere le quotidiane sedute di allenamento da casa e su indicazione del Club”.

CLICCA QUI PER LEGGERE IL COMUNICATO COMPLETO

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy