Calcio Napoli 1926
I migliori video scelti dal nostro canale

senza categoria

Lazio, il falconiere si giustifica: “Non era un saluto romano ma sono di destra”

ROME, ITALY - SEPTEMBER 26: SS Lazio supporters during the Serie A match between SS Lazio and AS Roma at Stadio Olimpico on September 26, 2021 in Rome, Italy. (Photo by Marco Rosi - SS Lazio/Getty Images)

Un video che ha destato molto scalpore e indignazione negli ultimi giorni quello che ritrae Juan Bernabé

Francesco Melluccio

Un video che ha destato molto scalpore e indignazione quello che ritrae Juan Bernabé, falconiere della Lazio, mentre esegue un saluto romano verso i tifosi (che rispondono inneggiando al Duce). Lo spagnolo, sospeso immediatamente dalla società biancoceleste, ha parlato all'Adnkronos di quanto accaduto, cercando di giustificare il tutto decisamente con scarsi risultati.

Le parole del falconiere della Lazio e il gesto che ricorda orrori

ROME, ITALY - DECEMBER 20: A general view inside the stadium ahead of the Serie A match between SS Lazio and SSC Napoli at Stadio Olimpico on December 20, 2020 in Rome, Italy.Sporting stadiums around Italy remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

Di seguito le parole di Juan Bernabé, falconiere della Lazio, raccolte dall'agenzia di informazione Adnkronos.

"Sono dispiaciuto per quello che è successo, in Spagna il gesto fascista si fa con il braccio teso in una linea retta. In Italia a quanto pare è anche così, dandosi una pacca sul petto. Io sono una persona assolutamente di destra, del partito Vox in Spagna come pure tanti amici calciatori, ma non di idea fascista, non è proprio nella mia mentalità.

Sono un uomo che ha girato il mondo, che fa business ovunque e che ha rapporti con persone di tutte le razze. E' stato un gesto dettato dall’impulso, festeggiando il finale di una partita. Un saluto militare, mai fascista. Tuttavia va bene, queste cose fanno parte della vita, ci sono momenti brutti e belli. E questo per me è un momento brutto".

Nessun pentimento, solo un po' di amarezza per quanto successo, ovvero la sospensione: "Appresa l’esistenza del video che ritrae Juan Bernabè (non tesserato e dipendente di una società esterna alla Lazio) in atteggiamenti che offendono la Società, i tifosi e i valori ai quali la comunità si ispira, sono stati presi provvedimenti nei confronti della società finalizzati all’immediata sospensione dal servizio della persona interessata e all’eventuale risoluzione dei contratti in essere".

Anche se spesso, questa appartenenza all'estrema destra, una parte di tifosi biancocelesti l'ha dimostrata eccome, basta guardare lo stesso video del falconiere e dei tifosi che in coro urlano "Duce, Duce".