Calcio Napoli 1926
I migliori video scelti dal nostro canale

rubriche

FOCUS AVVERSARIO – Spezia allo sbando, Thiago Motta a rischio esonero: ma ad oggi è salvo

LA SPEZIA, ITALY - DECEMBER 19: Arkadisz Reka of Spezia Calcio celebrates after scoring a goal during the Serie A match between Spezia Calcio and Empoli FC at Stadio Alberto Picco on December 19, 2021 in La Spezia, Italy.  (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Domani alle 20.45 il Napoli affronterà lo Spezia, in una gara valida per la giornata numero diciannove del campionato di serie A

Tony Sarnataro

Domani alle 20.45 il Napoli affronterà lo Spezia, in una gara valida per la giornata numero diciannove del campionato di serie A. L'ultima del girone di andata e prima dello stop natalizio. Che avversario si troverà di fronte?

Spezia allo sbando, Thiago Motta a rischio

 (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

La squadra ligure è attualmente allo sbando totale. La squadra intraprendente di Italiano è solo un fasto ricordo. Mancanza di gioco, di idee, contestazioni severe da parte dei tifosi, difficoltà a segnare, eliminazione dalla Coppa Italia per mano del Lecce (squadra di serie B) e Thiago Motta a rischio esonero. Particolare la situazione di quest'ultimo il cui destino potrebbe essere segnato a prescindere da come andrà domani sera. Si parla infatti di una clausola presente nel contratto che impedisce il suo esonero prima del 1 gennaio. In tutta questa situazione difficile la cosa clamorosa e incredibile al tempo stesso è che lo Spezia, ad oggi, sarebbe salvo! Quartultimo posto in classifica con 13 punti, 3 in più di Genoa e Cagliari. Naturalmente questo non migliora di molto le cose, basterebbe che una delle altre iniziasse ad avere un po' più di regolarità. Intanto però la lotta alla salvezza è viva, così come la squadra. Per una realtà come lo Spezia essere lì, senza esser mai finita in zona rossa da un anno e mezzo che è in serie A, è molto. Eppure vedendola giocare, tenendo conto i malumori della piazza, non sembra così. Lo Spezia è una favola in massima serie e vederla lottare sopra il terzultimo posto basterebbe per evitare qualunque catastrofismo. Ma si sa, nel calcio come nella vita, non spesso la logica va di pari passo a ciò che avviene.

Precedente, probabili, pericoli

 (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Lo Spezia gioca con un 4-3-3 dove si dà ampio risalto al gioco degli esterni sulle fasce. Da qualche settimana però, Thiago Motta, ha provato la soluzione 3-5-2, cambiando modulo ma non gli uomini in campo. Ha semplicemente abbassato un esterno offensivo (Gyasi) e alzato uno difensivo (Bastoni o Reca). I risultati si sono visti ma non del tutto. La vittoria manca da inizio novembre (1-0 al Torino) e negli ultimi risultati da segnalare solo due pari subiti in rimonta contro Sassuolo ed Empoli. Gare che con un pizzico di attenzione in più potevano essere portate a casa. Fuori dalle mura amiche, invece, la situazione va decisamente peggio. Gli spezzini hanno alcuni uomini di qualità come Bastoni, Maggiore, lo stesso Gyasi e soprattutto Nzola in avanti che però è troppo discontinuo e soprattutto un po' bizzoso. Non mancano gli screzi con l'allenatore e spesso è finito fuori per alcuni comportamenti ritenuti sbagliati. Domani potrebbe essere lui a guidare il reparto offensivo insieme a Manaj, ma l'ex Trapani non è al meglio a causa di un virus ed è pronto uno tra Colley e Strelec. Non ci sarà il napoletano Verde. I dubbi di Thiago Motta, oltre all'attacco e al modulo, sono anche Bastoni-Kiwior e Gyasi-Ferrer. L'unico precedente in A a Fuorigrotta è quello dell'anno scorso, con l'incredibile vittoria in rimonta 10 contro 11 dei liguri per 1-2.

(3-5-2): Provedel; Amian, Erlic, Nikolaou; Gyasi, Maggiore, Kovalenko, Bastoni, Reca; Manaj, Colley. All.: Thiago Motta

a cura di Tony Sarnataro

©RIPRODUZIONE RISERVATA