Calcio Napoli 1926
I migliori video scelti dal nostro canale

rassegna

Salernitana-Napoli, aggredita una tifosa azzurra: la ricostruzione

Stadio Arechi (Photo by SSC NAPOLI via Getty Images)

Una tifosa del Napoli che aveva il «torto» (?) di non essere tifosa della Salernitana è stata spinta e sono volati anche schiaffi

Domenico D'Ausilio

Il derby tra Salernitana e Napoli ha tante facce. Quella dei bambini granata che si aggrappano ai papà e piangono perché la sconfitta poteva essere un pareggio. Quella degli ultras della Salernitana che scrivono «Sicilia rialzati», del cassiere che sorride (17.043 biglietti venduti, incasso non comunicato, ma vicino al milione di euro). Infine la faccia sporca di vergogna di pochi, isolati teppisti.

Salernitana-Napoli, aggredita una tifosa azzurra

 (Photo by SSC NAPOLI via Getty Images)

Una ragazza che aveva il «torto» (?) di non essere tifosa della Salernitana, poche ore prima del fischio d'inizio, si era messa in fila ai varchi d'ingresso del settore Distinti. Complice anche il veleno che è stato sparso sui social alla vigilia della partita, c'erano presidi e picchetti di energumeni mischiati ai tifosi perbene. La ragazza ha chiesto un'informazione e qualcuno che è stato già identificato l'ha spinta. Sono volati anche schiaffi. La giovane tifosa del Napoli è stata medicata dai sanitari e poi ha preso posto nei Distinti, che ieri era «terra di mezzo». Lo riporta l'edizione odierna de Il Mattino. C'è stato un parapiglia anche ai tornelli. Il lettore ha fatto le bizze per qualche istante, c'è stato un controllo supplementare, alcune persone in fila si sono spazientite e una steward è stata spinta. Indagini in corso. Il servizio d'ordine ha funzionato alla perfezione. Coordinato dalla Questura che ha seguito le indicazioni della Prefettura, ha utilizzato 300 agenti di tutte le forze dell'ordine dentro e fuori lo stadio e lungo il percorso dei tifosi.