editoriali

Zielinski la sblocca, Salernitana ko: il Napoli continua a vincere. L’editoriale

(Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Nell'undicesima giornata di Serie A, il Napoli con fatica si aggiudica il derby campano contro i cugini della Salernitana. 31 punti conquistati su 33 disponibili e solo 3 reti subite. I numeri dicono che questo Napoli può lottare per il titolo.

Ivan Scudieri

Il Napoli vince di misura contro la Salernitana grazie ad un goal di Zielinski. 3 punti preziosi conquistati contro una squadra, quella granata, che se continuerà a giocare con la stessa determinazione, potrà dire la sua nella lotta per non retrocedere. Il derby è per definizione una partita ostica e aperta a qualsiasi risultato. La Salernitana dimostra di voler ben figurare contro i cugini primi della classe e di avere una buona organizzazione di gioco. Colantuono potrà senza dubbio fare un buon lavoro nel proseguio della stagione. Spalletti tiene fuori l'infortunato Osimhen, con Mertens che parte dal 1' e  concede un  turno di riposo ad Insigne spostando a sinistra Lozano e a destra Politano. Zielinski trequartista, solito centrocampo con Fabian Ruiz e  Anguissa. Come al solito Di Lorenzo, Mario Rui, Rrahmani, Koulibaly e Ospina a comporre il quintetto difensivo.

Salernitana - Napoli, goal di Zielinski

 (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Gli azzurri dimostrano di essere più propositivi in attacco ma la Salernitana si difende bene. Il primo tempo termina sullo 0-0. Al 60' doppia sostituzione e arriva la svolta. Petagna per Mertens ed Elmas per Lozano. Un minuto dopo Elmas inventa, Zielinski anticipa Belec, Petagna la spizza di testa e coglie la traversa, l'azione prosegue. Mario Rui la rimette al centro e Zielinski  riesce di sinistro a realizzare il goal del vantaggio. La partita si innervosisce, al 69' espulsione tra i granata per un brutto fallo di Katanos su Anguissa. Anche Koulibaly espulso al  76' per fallo da ultimo uomo. Al 80’ fuori Politano, dentro Jesus a rinforzare la difesa. Punizione di Ribery  al 82' con Di Lorenzo che la ribatte di testa. Al 92' diagonale di Mario Rui fuori di poco e al 96' granata vicini al pareggio, Gagliolo la spara alto. Non c'è più tempo, Salernitana-Napoli 0-1.

Considerazioni

 (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

L'impressione è che nel 4-2-3-1, Mertens non riesca ad esprimersi al meglio. Le sue caratteristiche non gli consentono di poter aprire degli spazi per i compagni e di replicare il gioco di Osimhen. D'altra parte non è in discussione che il belga potrà dare una grossa mano ai partenopei in questa stagione, ma è da rivedere nella posizione di centrale. Zielinski può crescere ancora tanto e Petagna, con le sue caratteristiche, potrà senza dubbio ambire a meritare un minutaggio più importante. La vittoria a Salerno, anche per come è arrivata, è da ritenersi preziosa. Ogni avversario che incontrerà gli azzurri proverà a fare l'impresa e fermare questa striscia di risultati utili. Il Napoli dovrà farsi trovare pronto ogni volta. Giovedì affronterà il Legia Varsavia in Europa League e domenica arriva il Verona che ha fatto lo sgambetto alla Juventus. Intanto il Milan non molla, senza dubbio sarà un campionato avvincente.

L'aforisma

Qual è la vera vittoria, quella che fa battere le mani o battere i cuori?

Pier Paolo Pasolini