CorSera – Caso Osimhen, blitz ASL Napoli 1 a Castel Volturno: il motivo

di Domenico D'Ausilio, @dom_dausilio
Atalanta Napoli (Osimhen)

Victor Osimhen, centravanti del Napoli, è un attaccante prezioso. In questo momento lo è soprattutto per la scienza. Si è ritrovato, suo malgrado, al centro di un giallo-Covid e come nei migliori romanzi sospettato di essere lui il portatore della rara variante africana del virus. La nota che ha annunciato il sequenziamento di una nuova variante a Napoli parlava di «un professionista di ritorno da un viaggio in Africa». Ma la notizia che le analisi siano partite dal suo campione è stata riportata ieri mattina dal sito Il Napolista. Subito è arrivata la smentita dell’azienda ospedaliera e della Federico II.

CLICCA QUI PER LA SCHEDA DI MACHIS, LO SPAURACCHIO DEL GRANADA

Caso Osimhen, blitz ASL Napoli 1 a Castel Volturno

osimhen
(Getty Images)

Secondo quanto riporta l’edizione odierna del Corriere della Sera, il direttore della ASL Napoli 1, Ciro Verdoliva, ha fatto visita allo staff sanitario azzurro nel centro tecnico di Castel Volturno, dove appunto la squadra si allena, qualche ora prima che il gruppo partisse perla Spagna. L’ASL e la Regione Campania effettueranno il sequenziamento del virus in tutti i casi di positività riscontrati finora nel club dopo la positività di Osimhen. Un lavoro importante per la tutela di tesserati e familiari ma anche e soprattutto per continuare l’attività, fondamentale, di sorveglianza sulle evoluzioni e le mutazioni del Covid. Intanto, Osimhen sta bene, si è completamente ripreso dall’infezione riscontrata all’inizio di gennaio e che lo ha tenuto indisponibile per 21 giorni, nonostante la completa asintomaticità.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI ANCHE SU INSTAGRAM

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy