Multe Napoli, ulteriore ritardo nel procedimento: questioni non trattate collettivamente

Multe Napoli, ulteriore ritardo nel procedimento: questioni non trattate collettivamente

Secondo il Corriere dello Sport si sono dilatati i tempi di procedimento sulla questione multe in casa Napoli

di Domenico D'Ausilio, @dom_dausilio
De Laurentiis, la decisione sulle multe

Secondo quanto riportato dall’edizione odierna del Corriere dello Sport torna in auge la questione multe in casa Napoli. Ieri l’avvocato Vittorio Rigo, rappresentante legale di un gruppo di giocatori azzurri, ha presentato istanza di ricusazione avverso Bruno Piacci. L’avvocato è l’arbitro indicato dal Calcio Napoli nella controversia da istruire al cospetto del Collegio Arbitrale, in relazione alle multe comminate dalla società e impugnate dalla squadra dopo l’ammutinamento del 5 novembre. Ovvero, la decisione di non rispettare il ritiro deciso a seguito della sconfitta del 2 novembre con la Roma all’Olimpico. L’effetto è un ulteriore ritardo del procedimento e disaccordo tra le parti.

Multe Napoli, l’udienza

L’udienza è stata lunga e articolata. Rigo ha indicato come arbitri per i propri assistiti gli avvocati Luigi Fazzo, Enrico Barraco e la professoressa Elena Zucconi Galli Fonseca. Ora attende una risposta nei prossimi giorni. I rappresentati degli altri giocatori hanno invece indicato gli avvocati Marcello De Luca Tamajo e Francesco Macrì. Le questioni, insomma, non saranno trattate collettivamente. Il primo effetto immediato è l’ulteriore rallentamento della discussione davanti al Collegio Arbitrale della proposta di multare i 24 calciatori. L’ammontare delle multe, per la cronaca, si aggira intorno ai 2,5 milioni di euro (le sanzioni sono state inflitte individualmente; escluso l’infortunato Malcuit).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy