Calcio Napoli 1926
I migliori video scelti dal nostro canale

rassegna

Milan-Napoli, la moviola: il fuorigioco di Giroud può essere punito. Il motivo

(Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

L’annullamento del gol di Kessie per fuorigioco precedente di Giroud è una finezza

Domenico D'Ausilio

L'edizione odierna del Corriere dello Sport si sofferma sugli episodi di moviola di Milan-Napoli. È stato il VAR Di Paolo (meno male c’era lui a Lissone) a salvare la partita di Massa, fino a quel momento piatta, da sufficienza pulita. L’annullamento del gol di Kessie per fuorigioco precedente di Giroud è una finezza.

Milan-Napoli, la moviola del Corriere dello Sport

 (Photo by SSC NAPOLI via Getty Images)

Massa (che fino a cinque mesi fa faceva scrivere sui social che il suo coinvolgimento in Rimborsopoli aveva messo fine alla carriera, poi gli organi giudicanti dell’AIA gli hanno comminato un mese e mezzo nonostante le contestazioni e dal primo gennaio sarà addirittura Elite dell’Uefa) ha commesso qualche sbavatura dal punto di vista disciplinare (Messias e Juan Jesus erano da giallo su Di Lorenzo e Tonali, ammonizione inventata a Malcuit) e tecnico (come fa non essere fallo Tomori su Petagna? ed è solo un esempio), ma non commette errori gravi. Al momento del tocco in avanti di Kalulu, Giroud è a terra e davanti a lui, sdraiato come lui, c’è Juan Jesus. Il contatto fra i due è evidente, forse non voluto, ma Giroud muove anche le gambe quando il pallone passa da quelle parti. Bravo Di Paolo a chiamare l’OFR, fa bene l’arbitro a giudicarlo interferente. Come avrebbe dovuto fare ieri Irrati (e non Nasca) in Atalanta-Roma, se il VAR lo avesse chiamato (come avrebbe dovuto).