Maradona, Fidel Castro regalò a Diego una casa a Cuba: contiene cimeli conservati come un museo

di Domenico D'Ausilio, @dom_dausilio

Nell’eredità di Diego Armando Maradona adesso spunta anche una casa all’Avana, capitale di Cuba, regalatagli dall’ex dittatore cubano Fidel Castro. Lo riporta l’edizione odierna de Il Mattino.

CLICCA QUI PER MILAN-JUVENTUS A RISCHIO RINVIO

Maradona, Fidel Castro regalò a Diego una casa a Cuba

Diego Armando Maradona

Secondo l’avvocato argentino Mauricio D’Alessandro, legale del collega Matias Morla, uno dei figli di Fidel Castro avrebbe telefonato per «ricordare che suo padre gli aveva donato un immobile contenente una dozzina di oggetti della stella del calcio, tuttora conservati come un museo». Foto, lettere di alcuni leader mondiali o anche dei muri dipinti dallo stesso Maradona. “Si alzava al mattino e iniziava a verniciare, scrivendo messaggi come ‘Fidel, ti amo’”, ha spiegato uno dei figli di Castro. Diego era arrivato nella capitale cubana nel gennaio del 2000 per disintossicarsi nella clinica di La Pradera dopo una grave crisi per abuso di cocaina nella località uruguaiana di Punta del Este.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI ANCHE SU FACEBOOK

Il legale alla successione di Diego: “La sua eredità sarebbe costituita da tre auto”

medico maradona

Affermato avvocato a Buenos Aires, esperto in diritto societario, Sebastian Baglietto è stato nominato amministratore della successione di Diego Armando Maradona, morto in drammatiche e ancora misteriose circostanze il 25 novembre. Il legale ha rilasciato un’intervista ai microfoni de Il Mattino.

Si sono lette molte notizie sull’eredità di Maradona, che secondo alcuni bene informati potrebbe oscillare sui 50-60 milioni di dollari, considerando conti correnti all’estero e immobili: può chiarire questo aspetto?
“La verità è che non posso fornire dati. Come ho detto, il suo precedente avvocato non ha consegnato praticamente nulla: solo tre auto”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy