Conte in conferenza: “È il momento di ripartire, tutte le novità per il 18 maggio”

Conte in conferenza: “È il momento di ripartire, tutte le novità per il 18 maggio”

di Redazione
Conte conferenza

Giuseppe Conte, presidente del consiglio dei ministri, alle ore 20:00 parlerà in conferenza stampa per annunciare le varie misure che prevederà il nuovo Dpcm, il cosiddetto Decreto Rilancio.

Leggi anche—> De Magistris: “L’attuale manovra del Governo porterà all’interruzione dei servizi essenziali”

DIRETTA – Giuseppe Conte in conferenza stampa

Conte, le parole sull'economia

Tra i punti principali, riguardo il decreto rilancio, dovrebbero esserci il nuovo modulo di autocertificazione. Un documento semplice da compilare per gli spostamenti tra diverse regioni i quali non saranno liberi prima del 3 giugno. Poi si passerà, con tutta probabilità, alla questione della manovra economica e tutte le misure per venire incontro a cittadini e lavoratori. Diversi i bonus e gli incentivi attesi, stop alle accise e possibilità di fare la dichiarazione dei redditi entro settembre anziché luglio.


“Ieri abbiamo firmato il Decreto che ci porta nella Fase 2 a pieno regime. I dati sono incoraggianti e ci confermano che gli sforzi collettivi hanno portato i risultati attesi. Sono scesi i numeri di malati e contagi, aumentati i guariti. Abbiamo incrementato i controlli con tamponi e test sierologici, stiamo per testare l’app Immuni. Fase 2 da affrontare con fiducia e responsabilità. Importante il dialogo con le Regioni, dovranno assumersi responsabilità: potremo effettuare limitazioni relative a luoghi ristretti. Stiamo affrontando un rischio calcolato nella consapevolezza che la curva epidemiologica potrà tornare a salire. Il primo principio è la tutela del cittadino, ma dobbiamo declinare questi principi in maniera diversa. Dobbiamo accettare il rischio altrimenti non potremo mai ripartire. Non ci possiamo permettere di aspettare il vaccino.

L’autocertificazione non servirà più

“Da lunedì ci si sposterà all’interno della Regione senza limitazione, senza dover giustificare i motivi dello spostamento. Via le autocertificazioni, si potranno incontrare gli amici. Rimane il divieto di assembramento di persone in luoghi pubblici, raccomandiamo di portare con sé la mascherina.

Da una Regione all’altra ci si potrà spostare per i motivi già noti: motivi urgenti e comprovati di salute e lavoro. Dal 3 giugno potrebbero essere abolite limitazioni interregionali, inoltre consentiti anche gli spostamenti all’interno dell’Unione Europea senza quarantena.

Sì agli allenamenti collettivi, sì a riapertura musei, pub, musei, teatri, cinema. Gli enti locali dovranno garantire il rispetto del protocollo. Le regioni saranno libere di ampliare o restringere queste misure. Servirà cautela da parte di tutti.

Il Decreto Rilancio non può bastare del tutto. Misure stanziate per scuola, università, ricerca: misure per il futuro. Non ci possiamo permettere di fermarci, adesso più che mai l’economia del paese deve correre. Lavoriamo fin da subito al Decreto per le esemplificazioni, così da accelerare a costo zero la crescita economica e sociale”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy