Gattuso, rimprovero alla squadra: “Non ci si può spegnere neppure per cinque minuti in una partita di Serie A”

di Domenico D'Ausilio, @dom_dausilio
gattuso rinnovo

L’edizione odierna de Il Mattino ha raccontato la sfuriata di Rino Gattuso alla squadra dopo la sconfitta in campionato contro lo Spezia. Lo spogliatoio ha dovuto affrontare i toni duri del tecnico ieri mattina nel quartier generale di Castel Volturno. Gattuso ha esordito con due domande quando ha riunito il gruppo davanti a sé: perché tutto quel nervosismo e quell’ansia dopo il gol di Petagna? Perché quello scoramento improvviso dopo la rete dell’1-1? Nessuno ha risposto, forse perché nessuno riesce ad avere delle risposte.

CLICCA QUI PER LE ULTIME SULLA VICENDA MILIK

Gattuso, rimprovero alla squadra

Gennaro Gattuso (Photo by Maurizio Lagana/Getty Images)

Non ha battuto ciglio Maksimovic, quello che più di tutti è andato in barca e che adesso rischia il posto (a Udine potrebbe esordire Rrhamani dal primo minuto) né gli altri della squadra. Tutti muti al cospetto di quei perché. Gattuso è stato diretto: “Non ci si può spegnere neppure per cinque minuti in una partita di Serie A”. Cosa che il Napoli ha fatto con lo Spezia e che fa troppo spesso. È questa, dice l’allenatore calabrese, la dote che fa la differenza fra una buona e una grande formazione. Ne sa qualcosa lui che viene dalla scuola-Milan, dove ogni gara veniva vissuta come se fosse la finale di Coppa dei Campioni. L’obiettivo del tecnico, nemmeno tanto nascosto, è proprio questo: registrare la mentalità dei suoi ragazzi su una lunghezza d’onda diversa.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI ANCHE SU FACEBOOK

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy