Milik, De Laurentiis non vuole sottostare al ricatto dei procuratori: può venderlo al Marsiglia per 10 milioni

di Domenico D'Ausilio, @dom_dausilio
Milik

L’edizione odierna della Gazzetta dello Sport ripercorre le tappe della vicenda Milik. Per capire come si sia arrivati a questa situazione da separati in casa con il Napoli bisogna riavvolgere il nastro e andare indietro alla primavera scorsa. Società ne agente discutevano sul rinnovo del contratto, in scadenza a giugno. Il Napoli arrivò a offrire quattro milioni netti più bonus al procuratore David Pantak, che rifiutò anche per una questione di clausole rescissorie. E comunque. senza prendere le parti di alcuno. alla fine l’accordo non si trovò e Arek disse in maniera chiara di non voler restare.

CLICCA QUI PER LA SFURIATA DI GATTUSO ALLA SQUADRA

Milik, De Laurentiis non vuole sottostare al ricatto dei procuratori

milik marsiglia
Getty Images

Così facendo De Laurentiis ci sta rimettendo dei soldi. Anche se già ammortizzato, Milik è costato trenta milioni di cartellino e ha un ingaggio da quasi cinque milioni lordi. Il Napoli spera di venderlo ora al Marsiglia per circa dieci milioni, ma la perdita resta. In questo il presidente si è rivelato inflessibile, anche in tempi di crisi: non intende sottostare al ricatto di procuratori che vorrebbero spostare giocatori come e quando vogliono. L’emarginazione di Milik serve a dare un segnale chiaro a tutti gli altri.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI ANCHE SU INSTAGRAM

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy