Feltri contro Salvini: “Al Sud primeggiano le mafie, ma lui ha bisogno dei voti da Roma in giù”

Feltri contro Salvini: “Al Sud primeggiano le mafie, ma lui ha bisogno dei voti da Roma in giù”

di Sabrina Uccello
Feltri, il chiarimento

Le dichiarazioni di Vittorio Feltri, direttore di Libero, nelle scorse settimane nei riguardi dei napoletani hanno riaperto una grande polemica, che da sempre vede protagonista il giornalista. Contro di lui si è esposto anche Matteo Salvini, che in passato aveva sempre appoggiato Feltri, fino a promuoverne la candidatura a presidente della Repubblica.

Feltri, il chiarimento

Il cambio di rotta del politico, Feltri l’ha analizzato nel suo editoriale odierno: “[…] però non incide se non quando si tratta di dire che io sono un coglione perché, senza volerlo, avrei offeso i meridionali, affermando che alcuni di essi sono inferiori economicamente, non certo intellettualmente, rispetto ai settentrionali.”

Feltri sui meridionali e Salvini

“Come se fosse un mistero che al Sud primeggiano le attività mafiose per la semplice ragione che la ‘ndrangheta e similari associazioni sono più organizzate ed efficienti dello Stato, il quale pertanto non riesce a batterle.

Comprendo che al capo della Lega premano i voti delle regioni da Roma in giù, mentre a me sta più a cuore la descrizione della realtà patria. Facciamo mestieri diversi e non invidio il suo. Tuttavia, un minimo di rispetto da lui me lo aspettavo. Pazienza, in politica pesano i suffragi più di chi li conta.”

CLICCA QUI PER SEGUIRCI ANCHE SU TWITTER

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. JuianoKrollMaradona - 1 mese fa

    FELTRI che spara sull’amico della lega , mi mancava……

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy