Il Mattino – De Laurentiis potrebbe inserire nuovi bonus per la squadra: incontro alla cena di Natale

Il Mattino – De Laurentiis potrebbe inserire nuovi bonus per la squadra: incontro alla cena di Natale

Aurelio De Laurentiis potrebbe inserire nuovi premi per i calciatori del Napoli per cercare di dar manforte ad una situazione poco felice in casa azzurra

di Salvatore Amoroso, @sonosal_amoroso

Il Napoli sta attraversando uno dei momenti peggiori dell’era De Laurentiis: risultati negativi, classifica pure. La squadra domani si riunirà a Castel Volturno per volere di Carlo Ancelotti che, un mese dopo l’ammutinamento, ha scelto per un nuovo ritiro, questa volta senza possibilità di scelta.

LEGGI ANCHE – ANCELOTTI TUONA A CASTEL VOLTURNO: “NON VOGLIO SENTIRE LAMENTELE, TUTTI IN RITIRO!”

IL MATTINO – DE LAURENTIIS PENSA A NUOVI PREMI PER IL NAPOLI

“La squadra sa che restano in piedi i premi per la conquista della zona Champions e che sono legate al numero di vittorie: e magari, a sorpresa, durante la cena di Natale del 17 dicembre a Villa D’Angelo Santa Caterina, potrebbe dare disponibilità anche a qualche altro bonus. Chiaro che il patron azzurro attende la gara con il Genk per tirare le somme. Sarà quello il momento chiave: ma il feeling con Ancelotti non è in discussione e ogni tipo di decisione, anche quella più traumatica, sarà presa di comune accordo”. 

(Photo by SSC NAPOLI via Getty Images)

NAPOLI IN RITIRO: I SENATORI NON VOLEVANO

“E’ il momento della resa dei conti. Carlo Ancelotti l’ha detto, a brutto muso, ai suoi calciatori. da domani sera, tutti in ritiro, senza se e senza ma. Un provvedimento, quello adottato dall’allenatore, che non ha ammesso repliche. Stavolta la decisione è stata sua e, volenti o nolenti, l’hanno dovuta accettare. Il malcontento s’è generato in men che non si dica e più di qualche calciatore s’è detto non d’accordo con la scelta del tecnico di andare in ritiro, perché non la ritengono necessaria per rimettere a posto le cose. Il gruppetto è quello solito, formato dagli stessi elementi che il 5 novembre scorso guidarono la squadra alla disobbendienza, a non rispettare l’ordine di Aurelio De Laurentiis che l’avrebbe voluta in ritiro. Il tentativo dei ribelli è stato respinto, in ogni modo, senza possibilità di replica. Nulla hanno potuto i calciatori davanti alla determinazione del tecnico”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy