Coronavirus, De Laurentiis spinge per coinvolgere il Governo: le proposte sul tavolo del presidente FIGC

Coronavirus, De Laurentiis spinge per coinvolgere il Governo: le proposte sul tavolo del presidente FIGC

Secondo il Corriere del Mezzogiorno Aurelio De Laurentiis spinge per coinvolgere il Governo nell’emergenza coronavirus nel calcio

di Domenico D'Ausilio, @dom_dausilio

 

De Laurentiis Napoli Serie A
Aurelio De Laurentiis

L’edizione odierna del Corriere del Mezzogiorno affronta il tema emergenza coronavirus. Sul campionato e sulle coppe europee c’è un grande punto interrogativo, i presidenti si stanno confrontando e non è scontato che si possa ripartire anche in futuro per completare i tornei bloccati a causa del coronavirus. Il confronto con i procuratori e gli avvocati è costante, i calciatori seguono il dibattito nazionale riguardo al possibile taglio degli stipendi, alla possibilità che si sfori il termine del 30 giugno e, quindi, dedicare al calcio giocato anche durante l’estate.

Coronavirus, De Laurentiis spinge per coinvolgere il Governo

La consapevolezza di tutti è che qualche sacrificio andrà fatto. Nessuno si opporrebbe ad un’intesa che inserisca delle deroghe per i contratti se l’emergenza sanitaria consentirà di giocare in estate. Il numero uno del Napoli Aurelio De Laurentiis non inseguirà percorsi in autonomia, si sta muovendo in sinergia con gli altri presidenti. Il patron azzurro sta spingendo per coinvolgere il Governo nella crisi del calcio con delle proposte di cui il presidente FIGC Gabriele Gravina discuterà prima con il CONI e poi con il ministro allo Sport Vincenzo Spadafora. Sul tema dei compensi ai calciatori sa che è necessario trovare un accordo con FIGC e AIC.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy