Lite Conte-Agnelli, insulti negli spogliatoi: “Cogl***, vieni a dirmelo in faccia”

di Domenico D'Ausilio, @dom_dausilio

Il giorno dopo la semifinale il quadro delle risse da bar dello Stadium ha preso forma: dopo il dito medio di Conte, l’invito di Agnelli (senza la mascherina che almeno avrebbe oscurato il labiale) a ficcarselo là dove non batte il sole, e la lite tra l’allenatore e Bonucci (che ha detto al suo ex tecnico: “Devi portare rispetto all’arbitro”) documentati dalle telecamere, sono arrivate le testimonianze di parte. Secondo la versione dell’Inter, Conte sarebbe stato insultato per tutto il primo tempo («Cogli.., pagliaccio, pensa ad allenare») da una voce che arrivava dalla zona della tribuna dove erano sistemati i dirigenti bianconeri. Ce l’avevano con le sue continue lamentele nei confronti dell’arbitro, in particolare quella per l’ammonizione di Darmian nel primo tempo.

CLICCA QUI PER IL COMMENTO DI CORBO SU ATALANTA-NAPOLI

Conte-Agnelli, la lite

Conte inter milan
Getty Images

Secondo quanto riportato dall’edizione odierna di Repubblica, dopo il novantesimo, un Conte sempre più nervoso avrebbe inalberato il dito medio una seconda volta, venendo poi a contatto con Agnelli, sceso dalla tribune agli spogliatoi. Lì sarebbe partito un secondo “cogl..”, con l’allenatore che avrebbe invitato il presidente a un incontro più ravvicinato: “Vieni a dirmelo in faccia”. Gli interisti assicurano che il quarto uomo, Chiffi, abbia visto, sentito e garantito una relazione dettagliata. Oggi il giudice sportivo si occuperà del caso ed esaminerà il rapporto anche degli ispettori federali.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI ANCHE SU TWITTER

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy