Decreto Rilancio, bonus da 600 a 1000 euro per i mesi di aprile e maggio: i dettagli per categoria

di Redazione
bonus decreto rilancio

Il Decreto Rilancio, approvato ieri dal Consiglio dei Ministri, fornisce anche dettagli relativi ai bonus. Quello di 600 euro per i lavoratori autonomi, in particolare, verrà aumentato a 1.000 euro per il mese di maggio per alcune categorie. Il rinnovo, per chi ha già fatto richiesta a marzo, avverrà in automatico. Di seguito tutti i dettagli riportati da Sky Tg24.

DRECRETO RILANCIO, LE ULTIME SUI BONUS

bonus decreto rilancio

C’è la conferma che per il mese di aprile percepiranno i 600 euro i liberi professionisti e i collaboratori coordinati continuativi (co.co.co). Si tratta, quindi, di quelle categorie che li hanno ricevuti già per il mese di marzo. Stando a quanto si legge nel comunicato del Cdm, l’erogazione è automatica anche per il mese di aprile 2020. I beneficiari comprendono le stesse categorie di marzo. Si tratta, quindi, dei lavoratori autonomi iscritti alle gestioni speciali dell’Assicurazione generale obbligatoria (Ago), i lavoratori stagionali del turismo e degli stabilimenti termali. Per questi ultimi, inoltre, il bonus è riconosciuto anche ai lavoratori in somministrazione. Rientrano, inoltre, i lavoratori iscritti al Fpls (Fondo lavoratori dello spettacolo) “aventi determinati requisiti”, per ciascuno dei mesi di aprile e maggio, sempre che non siano titolari di rapporto di lavoro dipendente o titolari di pensione alla data di entrata in vigore della norma.

MISURE PER I LAVORATORI AGRICOLI

I 600 euro spettano, per il mese di aprile, anche ai lavoratori del settore agricolo. Il bonus, inoltre, è riconosciuto per i mesi di aprile e maggio “a individuati lavoratori dipendenti e autonomi che in conseguenza dell’emergenza epidemiologica da Covid19 hanno cessato, ridotto o sospeso la loro attività o il loro rapporto di lavoro, sempre che non siano titolari di altro contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, diverso dal contratto intermittente e non siano titolari di pensione”.

IL BONUS DI 1000 EURO

I 1.000 euro per il mese di maggio, invece, verrà percepito da alcune categorie. Il decreto, infatti, prevede l’aumento per i “liberi professionisti iscritti alla gestione separata INPS, non titolari di pensione e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie, che abbiano subito comprovate perdite (riduzione di almeno il 33% del reddito del secondo bimestre 2020 rispetto a quello del secondo bimestre 2019)”. Sono beneficiari del bonus di 1.000 euro nel mese di maggio anche i “lavoratori titolari di rapporti di co.co.co. iscritti alla gestione separata INPS non titolari di pensione e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie, aventi specifici requisiti, è riconosciuta un’indennità per il mese di maggio 2020 pari a 1000 euro”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy