Commissario Arcuri: “Dobbiamo sottoporre più persone ai tamponi. Accetto critiche solo dai cittadini”

Commissario Arcuri: “Dobbiamo sottoporre più persone ai tamponi. Accetto critiche solo dai cittadini”

di Mattia Fele
Coronavirus Arcuri

In conferenza stampa ha parlato Domenico Arcuri, commissario straordinario per l’emergenza sanitaria. Le parole di Arcuri sono state indirizzate innanzitutto agli speculatori, coloro che vorrebbero lucrare sulla vendita delle mascherine. Il commissario ha affermato che il prezzo resterà di 0,50 centesimi a mascherina. L’altra questione importante è quella dei tamponi: saranno ben 5 milioni i tamponi da distribuire alle regioni, ma resta il problema dei reagenti, che sono carenti in tutta l’Unione Europea. Inoltre, Arcuri ha ringraziato gli italiani responsabili per il loro comportamento in questo inizio di fase 2. Ecco quanto riportato dalla redazione di calcionapoli1926.it.

 

LEGGI ANCHE – > Isolamento squadre 15 giorni prima della ripresa della Serie A: l’ultima proposta del Cts 

Le parole di Arcuri

Coronavirus Arcuri
Coronavirus Arcuri

“Noi ci siamo aggiudicati una gara accelerata il 26 aprile: il nostro compito, in sei giorni, è stato fatto. Abbiamo trovato un fornitore che i membri scientifici e non della commissione hanno giudicato eccellente, hanno messo a disposizione a titolo gratuito 150 mila test per la più massiccia indagine in questo ambito. Si è dialogato con l’agenzia della privacy e abbiamo atteso una norma. Sabato scorso è stata emanata e da ieri sono iniziate le operazioni per avviare i test. Fino a ieri abbiamo dato ben 4 milioni di tamponi alle regioni e abbiamo acquistato altri 5 milioni di tamponi. Dobbiamo aumentare il numero di test in questo senso. Ma in Europa mancano i reagenti. Ci sono 55 milioni di mascherine sparsi tra le regioni, e il loro prezzo sarà di 50 centesimi. Gli speculatori se ne facciano una ragione. 

Vorrei ringraziare tutti gli Italiani che hanno dato il buon esempio, con cautela e prudenza. Questa fase 2 è solo nell’esclusivo interesse dei cittadini, e io e la Protezione Civile lavoriamo per questo. Qualche volta facciamo degli errori ed è normale, e mi aspetto anche delle critiche ma le accetto solo dai cittadini stessi. Lavoriamo solo nel loro interesse e per la loro tutela. Vengo qui e metto la faccia ma accetto solo le loro critiche”.

 

SEGUICI ANCHE SU TWITTER 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy