Il sindaco Stasi: “Il funerale di Francesca è stato toccante. Lei e Rino avevano un rapporto splendido”

di Claudia Vivenzio
Gattuso, la reazione all'errore di Milik

Un lutto bruciante per Gennaro Gattuso: all’età di 37 anni si è spenta la sorella Francesca. Qualche giorno fa c’è stato il funerale: una cerimonia intima che ha dovuta fare i conti con il distanziamento a causa dell’emergenza Coronavirus. Una funzione strana e toccante come racconta il sindaco di Corigliano-Rossano, città natale del mister.

Il sindaco: “Il funerale è stato toccante”

Gattuso dramma sorella

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Flavio Stasi, sindaco di Corigliano Rossano:

Funerale Francesca Gattuso? Il tutto si è svolto in una giornata di pioggia, molto strana, considerata la stagione e il posto in cui siamo. Le norme anti-COVID-19 hanno costretto tante persone fuori rispetto alla Chiesa ma molti hanno mostrato il loro sentimento nei confronti di Francesca, di Rino e della famiglia. E’ stato toccante. In Chiesa eravamo separati dalle distanze, due per ogni panca, quindi non c’è stato alcun assembramento. Fuori la gente ha aspettato rispettosamente, nonostante la pioggia, anche solo per dare un segnale di presenza da parte della comunità. Io sono rimasto a distanza per rispetto del dolore di Gattuso, l’ho visto spesso commuoversi. Le persone che conoscono la famiglia mi hanno raccontato di un rapporto particolare tra Francesca e Rino, quindi possiamo soltanto lontanamente immaginare quello che sta provando lui. Conserverà questo dolore per sempre e conviverà con esso tornato a concentrarsi sul Napoli. Anche perché ora è giunto il momento di ripartire e quindi tutto richiederà energie particolari, sarà strano per il calcio in questa fase. Lui avrà un motivo in più. Io sono più giovane di loro, per cui non ho molti ricordi di loro insieme. Tutti mi hanno raccontato di questo bel rapporto tra i due

Sulla Coppa Italia

A Corigliano Rossano faranno tutti il tifo per il Napoli in Coppa Italia? Penso che tutti quanti al Sud vediamo di buon occhio il Napoli, perché ci rappresenta nella massima serie. In Calabria però ci sono tanti interisti, juventini e milanisti. Io sono juventino ma quando non c’è la Juve di mezzo tifo sempre per il Napoli di Rino, che è quanto meno la seconda squadra di tutti noi

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy