editoriali

Il Legia Varsavia ne prende 4, il Napoli vola anche in Europa. L’editoriale

(Photo by SSC NAPOLI/SSC NAPOLI via Getty Images)

Nella prima giornata del girone di ritorno di Europa League il Napoli vince 4-1 contro il Legia Varsavia con reti di Zielinski e Mertens su rigore e di Lozano e Ounas su azione. Ora testa al campionato, Domenica c'è il Verona da battere.

Ivan Scudieri

Nella trasferta tra Legia Varsavia e Napoli, torna Meret tra i pali con il redivivo Di Lorenzo sulla destra e Juan Jesus a sinistra. Difesa centrale collaudata con Rrahmani e Koulibaly e centrocampo composto da Anguissa e Demme. Un passo più avanti Zielinski a sostegno di un attacco totalmente rivoluzionato che vede Petagna al centro, a destra Lozano e a sinistra un inedito Elmas nel ruolo di ala sinistra.

Legia Varsavia - Napoli, il primo tempo

 (Photo by SSC NAPOLI/SSC NAPOLI via Getty Images)

Primo tempo di sofferenza in uno stadio pieno e pronto a far sentire tutto il supporto possibile ai giocatori del Legia. Si capisce da subito che non sarà facile. La squadra polacca guidata da Mister Golebiewski è ben schierata in campo con un 3-4-3 che crea superiorità a centrocampo ed una difesa che riesce a contenere inizialmente l'attacco partenopeo. Al 10' il Legia Varsavia  passa in vantaggio grazie ad una bella giocata di Mladenovic che serve un Emreli che nel posto e al momento giusto riesce in diagonale a metterla alle spalle di Meret. Il Napoli prova a reagire e al 17' Zielinski coglie la traversa, e in rimbalzo la prova a ribatterla dentro ma la mette alta. Anche Lozano al 20' su lancio di Koulibaly la tira di destro a lato. Gli azzurri, nonostante lo svantaggio restano in partita ma senza riuscire a rimettere il risultato in parità, il primo tempo finisce 1-0 per i padroni di casa.

Zielinski, Mertens, Lozano e Ounas: è festival del goal

 (Photo by SSC NAPOLI/SSC NAPOLI via Getty Images)

Si torna in campo, il Legia vicino al raddoppio con un gran tiro di Ribeiro che si stampa sul palo. Al 48' rigore per il Napoli, spallata in area su Zielinski che va sul dischetto e riporta la gara in parità. Al 65' fuori Elmas e Demme, dentro Politano e Lobotka. Poco dopo entra Mertens per Zielinski a cercare il goal vittoria. Ancora rigore per il Napoli al 74’ per fallo di Josuè su Politano. Il belga non sbaglia e realizza il 2-1. Ma gli azzurri chiudono l’incontro al 78' con un contropiede di Petagna che serve Lozano che fa 1-3. Nei minuti finali dentro Ounas e Zanoli, in sostituzione di Lozano e Petagna. L’algerino trova il goal del definitivo 1-4 con una bella giocata individuale. Rrahmani su assist di Politano sfiora il goal nei minuti di recupero. Il Napoli vince meritatamente e si porta in testa al gruppo C.

Legia Varsavia - Napoli: considerazioni

 (Photo by SSC NAPOLI/SSC NAPOLI via Getty Images)

Realizzare 4 goal senza Osimhen è tanta roba. Seppur in svantaggio non si è mai avuta la sensazione che il Napoli questa partita la potesse perdere. L'autorevolezza con la quale la squadra è riuscita a portarsi a casa la vittoria lasciano ben sperare. Luciano Spalletti non vuole mollare nulla e questo atteggiamento mentale sembra essere condiviso dall'intera rosa. I cambi anche stasera hanno portato quel valore aggiunto che ormai sembra essere una costante. Politano che conquista il rigore appena entrato in campo, Mertens che fa il cucchiao su rigore a pochi minuti dal suo ingresso, Ounas che riesce ad incidere ed essere efficace in zona goal. L'algerino è ancora una freccia nell'arco del mister toscano che tornerà molto utile nel proseguio della stagione. Nota di merito anche per Zanoli che dimostra una buona personalità nei pochi istanti in campo. Il messaggio al Verona è chiaro, rispetto all’ultima volta, sarà tutto un altro Napoli.

L'aforisma

La pazienza, la perseveranza e il sudato lavoro creano un'imbattibile combinazione per il successo.

Napoleon Hill