Immobile – Napoli, nel 2016 l’affare sfumò per due motivi: ci fu lo zampino di Sarri. Il retroscena

Immobile – Napoli, nel 2016 l’affare sfumò per due motivi: ci fu lo zampino di Sarri. Il retroscena

di Armando Inneguale, @ArmInne28

L’edizione odierna di Repubblica ha svelato un clamoroso retroscena su Ciro Immobile. Nel giorno di Lazio-Napoli, match di chiusura del girone d’andata degli azzurri, il quotidiano ha voluto fare questa rivelazione. Come tutti sanno, nell’estate del 2016, l’attuale centravanti biancoceleste piaceva al club di De Laurentiis. Si doveva, infatti, far fronte all’addio di Gonzalo Higuain. A quanto pare il suo mancato approdo nella squadra della sua regione natale ha due motivazioni. All’epoca sulla panchina azzurra sedeva Maurizio Sarri che, dal canto suo, non lo ritenne adatto al suo gioco. Il presidente del Napoli, inoltre, non ha buoni rapporti con il manager dell’attaccante.

Retroscena mercato Immobile al Napoli

Immobile
ROME, ITALY – DECEMBER 01: Ciro Immobile of SS Lazio celebrates a second goal from the penalty spot during the Serie A match between SS Lazio and Udinese Calcio at Stadio Olimpico on December 1, 2019 in Rome, Italy. (Photo by Marco Rosi/Getty Images)

“Nemo propheta in patria. Ciro Immobile da Torre Annunziata sta per compiere trent’anni, vive il momento più bello della sua carriera con la maglia della Lazio ma la sfida di oggi contro il Napoli resta comunque il suo personalissimo derby. 
Il capocannoniere del campionato passa soprattutto per un artista del contropiede e fu pure per questa sua fama che De Laurentiis decise di non acquistarlo, nell’estate del 2016. All’epoca sulla panchina azzurra c’era infatti Maurizio Sarri e le caratteristiche di Ciro non gli sembravano ideali per il suo tiki taka. L’affare di mercato sfumò così sul più bello, anche per le storie tese tra Alessandro Moggi (manager del calciatore) e il presidente del Napoli, già di suo poco propenso ad aumentare il tasso di napoletanità della squadra. Non si ricompose quindi la coppia con Insigne – sbocciata con Zeman ai tempi del Pescara – e il colpo grosso lo fece alla fine proprio la Lazio di Claudio Lotito, riportando in saldi il centravanti in Italia per 9,45 milioni, dopo le sue deludenti avventure all’estero nel Borussia Dortmund  e al Siviglia.  Non c’era Napoli nel destino di Immobile, evidentemente”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy