Gattuso, punto fermo del Napoli: scade oggi il termine entro cui poteva liberarsi dal club azzurro

Gattuso, punto fermo del Napoli: scade oggi il termine entro cui poteva liberarsi dal club azzurro

Secondo il Corriere del Mezzogiorno Rino Gattuso oggi non eserciterà l’opzione per liberarsi dal Napoli

di Domenico D'Ausilio, @dom_dausilio
Mazzocchi Napoli Barcellona, i tre precedenti
Rino Gattuso (Photo by SSC NAPOLI/SSC NAPOLI via Getty Images)

L’edizione odierna del Corriere del Mezzogiorno si sofferma sul futuro di Rino Gattuso. Anche il Napoli deve fare i conti con la precarietà che incombe sul presente e sul futuro del mondo del pallone. De Laurentiis ha, però, una certezza: Rino Gattuso, l’allenatore che ha rilanciato un gruppo afflitto dall’ammutinamento del cinque novembre scorso e dalla crisi di risultati in cui era piombato.

Gattuso unico punto fermo del Napoli

Il 30 aprile e il 10 giugno rappresentano delle date importanti nel rapporto tra De Laurentiis e Gattuso. Oggi l’allenatore azzurro potrebbe esercitare, previo il pagamento di una cospicua penale, l’opzione per liberarsi a fine stagione dal contratto che lo lega al Napoli fino a giugno 2021. Gattuso non ha alcuna intenzione di spezzare il legame con un progetto tecnico che lo entusiasma. Anzi non vede l’ora di ricominciare il lavoro che si è fermato nel momento più bello. Si confronta quotidianamente con i suoi ragazzi. Ha contatti costanti con il direttore sportivo Cristiano Giuntoli, segue le tre ore giornaliere d’allenamento in casa degli azzurri in collaborazione con il suo staff.

Incontro con De Laurentiis prima della pandemia

Il 6 marzo scorso, prima dello stop dovuto alla pandemia, De Laurentiis e Chiavelli hanno incontrato Gattuso a Castel Volturno per confrontarsi sul progetto di allungare il suo contratto. I tre hanno parlato anche di mercato e studiando così il Napoli che verrà. De Laurentiis ha dimostrato stima per Gattuso, ha apprezzato i progressi della squadra. L’allenatore potrebbe essere l’unica certezza nell’estate in cui si prefigura un cambiamento profondo ma pieno di enigmi. Manca poco più di un mese al 10 giugno, De Laurentiis non ha alcuna intenzione di “liberare” Gattuso. Non è escluso che, quando le condizioni dell’emergenza sanitaria lo consentiranno, possa esserci un incontro con Mendes per entrare nei dettagli di un possibile rinnovo andando a fondo nelle cifre e nella programmazione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy