Calcio Napoli 1926
I migliori video scelti dal nostro canale

videogallery

Cinque momenti chiave di Napoli-Torino che ci dicono molto più del risultato

(Getty Images)

In questo breve contributo vi proponiamo cinque momenti chiave (cinque istantanee perlopiù) di Napoli-Torino che forse vi sono sfuggiti e che – a giudicare dal parere di chi scrive – affrescano perfettamente lo...

Giovanni Ibello

In questo breve contributo vi proponiamo cinque momenti chiave (cinque istantanee perlopiù) diNapoli-Torinoche forse vi sono sfuggiti e che - a giudicare dal parere di chi scrive - affrescano perfettamente lo spirito, l'indole battagliera del nuovo Napoli targato Luciano Spalletti.

1) Al 13' di gioco Singo sguscia via a Koulibaly, lo salta secco sull'out di destra. Indovinate chi ripiega sul terzino granata? Ebbene sì, proprio lui, Lorenzo Insigne. L'attaccante si abbassa sulla linea di fondo campo e con un tackle scivolato mette i suoi a riparo da brutte sorprese. Pensate a questo particolare prima di criticare il capitano per i rigori sbagliati.

Napoli Torino in... cinque istantanee

 (Photo by SSC NAPOLI/SSC NAPOLI via Getty Images)

3) Stupendo l'abbraccio tra Osimhen e Insigne subito dopo il sospirato vantaggio. Sembrava una partita stregata e invece no. Victor salta nella volta stellata di Fuorigrotta, ricorda il miglior Micheal (Air) Jordan. L'incornata che fredda Milinkovic è talmente bella, plastica e armoniosa nei movimenti, che farebbe la gioia dei mangaka, i fumettisti giapponesi che spesso si dedicano alla celebrazione dello sport (con gli spokon, ndr). Un gesto che esprime la sua grazia balistica in tanti piccoli fotogrammi. Dopo il gol Victor corre verso il capitano e lo consola. Che storia incredibile.

4) Restiamo ancora concentrati sul vantaggio azzurro. Subito dopo il gol Victor s'invola sotto la Curva, si va a prendere (giustamente) l'abbraccio estatico della sua gente. Vuole sfilarsi la maglia ma mentre fa per togliersela, subito ci ripensa. "Sarebbe un'ammonizione inutile e i miei compagni hanno bisogno di me". Siamo certi che sia stato questo l'oggetto dei suoi pensieri. Un particolare che evidenzia la crescita mentale di questo ragazzo. Devastante.

5)  L'ultimo fotogramma: le scaramucce a fine gara tra Spalletti e Juric con tanto di frecciate (DARDI) destinate all'ex tecnico del Verona. Secondo il parere di scrive è inutile, è superfluo spiegare ai tifosi del Napoli (ci perdonerà il lettore "neutro" ma il nostro committente è il tifoso azzurro) perché questo piccolo particolare generi un godimento così grande.

A cura di Giovanni Ibello