De Laurentiis sul discorso alla squadra: “Ho detto che pagherò lo stipendio di marzo”

Aurelio De Laurentiispresidente del Napoli, ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni de Il Corriere dello Sport. Queste le sue parole sul discorso alla squadra dopo la finale vinta contro la Juventus.

Le parole di De Laurentiis alla squadra

De Laurentiis

“Visto che non siete riusciti a registrarlo, potrei tacere. Non ho fatto nulla di eclatante, ho solo ribadito che manterrò una promessa: pagare lo stipendio di marzo che, come si sa, è ancora bloccato da norme vincolanti e da accordi generali da trovare. E poi penserò a qualcosa di simbolico, che resti come ricordo”.

Lo striscione della Curva A

Il Napoli ha battuto la Juve in Coppa Italia ed in città, ovviamente, ci sono stati molti festeggiamenti. Le critiche a causa dell’ancora incerta situazione della pandemia di Coronavirus non hanno tardato ad arrivare. Sia l’Oms con il rappresentate Guerra, sia Salvini hanno commentato le immagini attaccando l’atteggiamento dei tifosi. L’esponente della Lega, oggi, riceverà la riposta di De Luca. Il governatore della Regione Campania, infatti, ha pubblicato sui social un messaggio in cui ha fatto i complimenti alla squadra ed ha rivelato che sarebbe arrivata la replica.

Non tutti, però, hanno festeggiato. La Curva A, infatti, ha scelto di restare in silenzio per rispetto delle morti di questi ultimi mesi.

“Il cuore batte forte… In silenzio per rispetto della morte”. Questo lo striscione apparso in mattinata nella zona del porto di Napoli ad opera della Curva A.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy