Coronavirus Campania, il bollettino del 25 settembre: oltre 250 casi

L’Unità di Crisi della Regione Campania ha diramato il bollettino odierno dei casi da Coronavirus. Raccolti i dati registrati nelle ultime 24 ore su tutto il territorio regionale. Aggiornato il numero dei positivi, dei guariti e dei deceduti.

CLICCA QUI PER I DATI DI IERI 24 SETTEMBRE

Coronavirus, il bollettino della Regione Campania del 25 settembre

De Luca scuola Coronavirus Campania
De Luca Coronavirus Campania
COVID-19, IL BOLLETTINO ORDINARIO DELL’UNITÀ DI CRISI DELLA REGIONE CAMPANIA
Questo il bollettino di oggi:
Positivi del giorno: 253
Tamponi del giorno: 7.579
Totale positivi: 11.355
Totale tamponi: 566.837
Deceduti del giorno: 2
Totale deceduti: 459
Guariti del giorno: 150
Totale guariti: 5.638

De Luca: “Se i contagi non diminuiscono, chiudo tutto”

Vincenzo De Luca, governatore della Campania, ha parlato dell’attuale situazione legata al coronavirus nella conferenza stampa odierna. Di seguito le sue dichiarazioni.

 

“Siamo in una fase delicata, nei prossimi giorni non ci saranno dati tranquillizzanti ripercorreremo senza esitazione quanto già fatto per fermare movida, discoteche e luoghi di ritrovo. Siamo nel pieno, se la curva di contagi continuerà a salire chiuderemo tutto. L’alternativa è tra avere morti in strada o fare un allegra passeggiata, quindi non c’è alcun dubbio”.

L’ordinanza

Al termine di un’estate altalenante dal punto di vista epidemiologico, ci apprestiamo a vivere un difficile semestre. Questo autunno, insieme all’inverno che verrà (forse l’ultimo con il COVID-19, in attesa dei vaccini in primavera) vedrà di certo un rialzo dei casi. Le istituzioni dovranno essere all’altezza di effettuare un tracciamento sicuro e impedire che si riempiano di nuovo le terapie intensive, la qual cosa riporterebbe ad un nuovo lockdown. In Campania l’emergenza Coronavirus sembra essersi amplificata a causa dei ritorni da queste vacanze da poco concluse, per cui il presidente della Regione Vincenzo De Luca ha deciso di prende provvedimenti stringenti, i primi.

LEGGI QUI LE ULTIME NOTIZIE SUL TRASFERIMENTO DI MILIK

Torna così l’obbligo di tenere la mascherina all’aperto su tutto il territorio campano, a partire da oggi e fino a domenica 4 ottobre 2020. L’ordinanza è stata firmata e la riportiamo qui sotto, seguendo il post sui social di Vincenzo De Luca.

“Ecco in sintesi i contenuti dell’ordinanza:
1) Sono ulteriormente confermate le disposizioni di cui all’Ordinanza regionale n.66 dell’8 agosto 2020, concernenti l’obbligo di rilevare la temperatura corporea dei dipendenti ed utenti degli uffici pubblici ed aperti al pubblico e di impedire l’ingresso, contattando il Dipartimento di prevenzione della ASL competente, laddove venga rilevata una temperatura superiore a 37,5 gradi C°.
2) È disposto l’obbligo, su tutto il territorio regionale, di indossare la mascherina anche nei luoghi all’aperto, durante l’intero arco della giornata, a prescindere dalla distanza interpersonale, fatte salve le previsioni degli specifici protocolli di settore vigenti (ad esempio per le attività di ristorazione, bar, sport all’aperto). L’obbligo rimane escluso per i bambini al di sotto dei sei anni, per i portatori di patologie incompatibili con l’uso della mascherina e durante l’esercizio in forma individuale di attività motoria e/o sportiva.
3) È fatto obbligo ai titolari di esercizi commerciali, culturali, ricreativi, o comunque aperti al pubblico, non all’aperto, di effettuare la misurazione della temperatura corporea all’ingresso dei locali di esercizio e di assicurare la presenza di dispenser di gel e/o soluzioni igienizzanti, subordinando l’accesso ai locali alla previa igienizzazione delle mani e al riscontro di temperatura inferiore a 37,5 gradi C°.
4) Si richiamano tutti gli esercenti, gestori ed utenti alla stretta osservanza delle misure di prevenzione e sicurezza. Al fine di rendere tempestiva la corretta ricostruzione degli eventuali casi da “contatto stretto”, vi è l’obbligo della identificazione di almeno un soggetto per tavolo o per gruppo di avventori attraverso la rilevazione e conservazione dei dati con idoneo documento di identità”.
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy