Coronavirus, Conte annuncia: “Quarantena prolungata fino al 13 aprile”. Stop anche agli allenamenti

Quarantena prolungata fino al 13 aprile. Ad annunciarlo è stato il premier Giuseppe Conte con un discorso rivolto ai cittadini italiani, in lotta ormai da oltre un mese contro il coronavirus.

La situazione attuale non permette ancora di abbassare la guardia e riprendere i ritmi di vita ordinari, bisognerà attendere ancora e aggiornarsi dopo Pasqua.

Giuseppe Conte
Giuseppe Conte

Le parole di Conte all’Italia

Di seguito alcuni passaggi delle dichiarazioni di Antonio Conte: “Non siamo nella condizione di poter allentare le misure restrittive e alleviare i disagi e risparmiarvi i sacrifici a cui siete sottoposti. C’è una sparuta minoranza di persone che non rispetta le regole: abbiamo disposto sanzioni severe e misure onerose. Non ci possiamo permettere che l’irresponsabilità di alcuni rechino danni a tutti”.  

Se iniziassimo ad allentare le misure, tutti gli sforzi sarebbero vani, quindi pagheremmo un prezzo altissimo, oltre al costo psicologico e sociale, saremmo costretti a ripartire di nuovo, un doppio costo che non ci posiamo permettere. Invito tutti a continuare a rispettare le misure.  

Non siamo nelle condizioni di dire che il 14 aprile allenteremo le misure. Quando gli esperti ce lo diranno, entreremo nella fase 2 di allentamento graduale per poi passare alla fase 3 di uscita dall’emergenza, della ricostruzione, del rilancio.”

Difficile, quindi, pensare a una ripresa dell’attività sportiva e degli allenamenti, poiché nel decreto sono espressamente vietate le manifestazioni e anche la preparazione degli atleti.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI ANCHE SU TWITTER

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy