Calcio Napoli 1926
I migliori video scelti dal nostro canale

ultimissime calcio napoli

Polonia, Kozminski: “Zielinski ottimo calciatore, ma può fare ancora meglio”

Polonia, Kozminski: “Zielinski ottimo calciatore, ma può fare ancora meglio”

Durante un intervento a kiss kiss Napoli Kozminski ha parlato del Legia Varsavia e di Zielinski

Ugo Panico

Il vice-presidente della Federcalcio polacca Marek Kozminski avvisa il Napoli sui futuri avversari e investe su Zielinski: "Può entrare nei primi 15 giocatori del mondo".

Kozminski: "Zielinski talento cristallino, il problema è la testa"

 (Photo by SSC NAPOLI/SSC NAPOLI via Getty Images)

Marek Kozminski vice-presidente della Federcalcio polacca ha parlato ai microfoni di 'Radio Goal' su Radio Kiss Kiss Napoli:"Finora abbiamo visto due facce del Legia: una squadra tosta in Europa League mentre partite sbagliate in campionato. L’ultima gara che hanno perso in casa era una partita scudetto e per ora sono fuori dai giochi per il titolo. Contro il Napoli ci aspettiamo una squadra grintosa che sa difendere, in Europa League ha pareggiato a Mosca e vinto con il Leicester e questo non è poco." queste le parole al riguardo di Napoli-Legia Varsavia, partita decisiva per gli azzurri. I partenopei hanno assoluto bisogno dei tre punti per tornare in corsa qualificazione, dall'altra parte polacchi che vogliono custodire gelosamente il primato tanto inatteso.

Prosegue Kozminski rispondendo ad una domanda sulla stella del Napoli e della Nazionale polacco: "Zielinski? Lo ammiro, è un giocatore con grandissima classe e che sa fare tutto col pallone. Gli manca qualcosa, tutti ci aspettiamo che fa un salto di qualità per entrare nei primi 15 giocatori del mondo. Credo che il problema è nella sua testa, è un ragazzo buonissimo che quando entra in campo non riesce a mettere tutta la cattiveria. Solo nella sua testa c’è la risposta a quanto grande sarà il suo futuro. Ha tutto per far bene, ma ha possibilità di fare ancora meglio. Qualche gol, qualche assist e qualche giocata in più può farle, anche in Nazionale gioca bene ma non benissimo come Lewandowski. L’attaccante del Bayern non può decidere sempre tutte le partite, ci aspettiamo che qualche volta lo faccia anche Piotr”.

Parole forti che vanno a testimoniare gli attestati di stima che ha Zielinski in giro per l'Europa, analizzando non solo l'aspetto tecnico ma anche quello mentale. È infatti questa la problematica, secondo Kozminski, che bloccherebbe Piotr dall'essere tra i primi 15-20 giocatori al mondo. Obiettivamente difficile dar torto al vice-presidente, è evidente a tutto ciò di cui è capace il trequartista azzurro, altrettanto evidente anche i momenti di appannamento. Sarà dunque premura di Spalletti e del suo staff lavorare sul calciatore affinchè possa sfoggiare tutto il suo potenziale.