Verso Atalanta-Napoli: Rrahmani scalpita, ma il modulo è ancora un rebus. Osimhen ‘quasi pronto’ – Radio Marte

di Edoardo Riccio
Rrahmani Napoli

Pasquale Tina ha rilasciato alcune dichiarazioni su Atalanta-Napoli, gara di Coppa Italia. A Marte Sport Live, in onda su Radio Marte, il giornalista infatti si è soffermato sul club campano e sulle ipotetiche scelte di Gattuso per questa gara fondamentale. Di seguito le sue dichiarazioni.

CLICCA QUI PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATO SUL NAPOLI 

Napoli-Atalanta, le ultime di Radio Marte

(Getty Images)Gattuso ha deciso di proporre la difesa a tre o a quattro? Non si sa ancora nulla con esattezza, ma credo che questo sia il tema della vigilia. Potrebbe utilizzare Rrahmani come anche Di Lorenzo. Dipenderà molto anche dalla scelta del centrocampo, se deciderà di far giocare Bakayoko o meno. In attacco vedremo se Rino utilizzerà l’esperimento Lozano, oppure avere anche la possibilità di avere di schierare Petagna. Anche Osimhen è quasi pronto: se domani non dovesse giocare, scenderà in campo con la Juventus titolare

Ritieni che possano giocare Politano, Petagna e Insigne o  Lozano agirà da prima punta? In questo momento questa possibilità non si esclude, addirittura potrebbe anche essere utilizzato Lozano come prima punta. Politano credo sarà confermato perché ha fatto una buona partita a Marassi, forse il migliore. La priorità del Napoli è la qualificazione in Champions League, dunque qualche cambiamento ci sarà. Riposerà sicuramente qualcuno. Domani Fabian potrebbe avere un po’ di minutaggio, ma potremmo rivederlo più domenica contro la Juventus, che contro la Dea“.

De Laurentiis ci sarà a Bergamo? In questo momento non ho notizie notizie precise, ma non credo che il patron azzurro ci sarà“.

C’è l’idea di andare comunque oltre Atalanta e Juventus? È evidente che sarà importante fare bene in queste due partite. Credo che l’idea sia di meditare un ribaltone e proseguire con Gattuso“.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI SU TWITTER

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy