Repubblica – Taglio stipendi, il Napoli congela un altro mese in attesa di risposte: la reazione della squadra

Repubblica – Taglio stipendi, il Napoli congela un altro mese in attesa di risposte: la reazione della squadra

di Sabrina Uccello

Con l’emergenza da coronavirus che dilaga ancora, per il calcio si appresta un altro mese di taglio stipendi. Al momento, infatti, con le attività sportive sospese non c’è accenno di entrata economica e in qualche modo la situazione va affrontata.

Napoli, ancora aperta la questione stipendi
De Laurentiis

Secondo quanto riferisce La Repubblica, il Napoli ha congelato il pagamento a inizio aprile e lo stesso farà col prossimo mese, intorno ai primi dieci giorni di maggio.

Il regolamento consente del resto i pagamenti differiti fino a tre mesi e la maggior parte delle società della Serie A si avvale abitualmente di questa possibilità, con l’unica precauzione di non superare mai i paletti che farebbero scattare la messa in mora. A Castel Volturno invece i “ritardi” sono una eccezione con pochissimi precedenti e c’è voluta la pandemia per causare l’attuale e inedita situazione di stallo: a cui peraltro stanno contribuendo con le loro strategie anche i calciatori.

Taglio stipendi per il Napoli

É la prima volta che la società azzurra fronteggia una situazione simile. Generalmente il club di De Laurentiis è estremamente puntuale, ragione per cui la squadra non ha reagito al blocco degli stipendi, comprendendo le circostanze. Non c’è stato né avvicinamento né scontro tra le parti. Si attende di capire cosa accadrà con la Serie A, se si tornerà in campo o meno. Dopodiché, lo sblocco eventuale delle mensilità sospese.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI ANCHE SU TWITTER

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy