Calcio Napoli 1926
I migliori video scelti dal nostro canale

ultimissime calcio napoli

Spalletti: “Altro che caso, Insigne è infortunato! Il finale ha impedito il suo ingresso”

Spalletti: “Altro che caso, Insigne è infortunato! Il finale ha impedito il suo ingresso”

Luciano Spalletti, tecnico del Napoli, ha rilasciato alcune dichiarazioni a DAZN questa sera dopo la vittoria nel derby contro la Salernitana

Tony Sarnataro

 Luciano Spalletti, tecnico del Napoli, ha rilasciato alcune dichiarazioni a DAZNquesta sera dopo la vittoria nel derby contro la Salernitana. A seguire le sue principali parole.

Le parole di Spalletti

 (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

"Insigne? Faccio subito chiarezza, ne parlo io ancor prima che mi fate la domanda. Parlo io adesso per primo. Lorenzo volevo metterlo per 30, 40 o 20 minuti, quanti ne aveva oggi. Poi la partita si è messa in un certo modo. Si gioca a ritmi infernali. Mi fate finire? Adesso parlo io, è il mio turno! La mia intenzione era farlo entrare a breve. L'espulsione e il finale scorbutico l'hanno impedito. Mettere un giocatore tecnico con il finale che c'era sarebbe stato inutile. Rischiava solo di peggiorare la situazione. Ho preferito lasciarlo fuori per evitare si facesse male. Osimhen si è fatto male e non è venuto. Insigne ha avuto questo affaticamento durante l'allenamento di ieri, gli ho chiesto se se la sentisse. Abbiamo concordato che era meglio non rischiarlo dal 1'. Non c'è nessun caso, nessun problema di nessun genere. Questa è la verità. La gara? Si è fatta la scelta di giocare così, ho preferito mettere gente più fisica che potevano risolvere le cose magari anche di testa. La Salernitana ha fatto una grandissima partita. Lo sapevamo che loro l'avrebbero fatta e che non si sarebbero accontentati di giocarla. Una gara in equilibrio fino alla fine come l'avevo immaginata. L'ha decisa la qualità". 

Sui singoli ed episodi

 . (Photo by SSC NAPOLI/SSC NAPOLI via Getty Images)

"Questo è un gruppo fantastico, fatto di gente seria che va sostenuta. Vogliono il bene del nostro pubblico e della società. Anche ieri sera c'erano migliaia di persone davanti l'albergo e vogliamo restituire l'amore che ci danno. Abbiamo già dimostrato di voler fare il massimo e anche qualcosa di più. Con chi parlavo dopo la partita? Con mio figlio Samuele che è partito da Milano per venirmi a vedere. In macchina? Sì, ma può venire anche a piedi perché ha un fisico importante. Non ha giocato a calcio ma a basket, fa palestra. Espulsione di Koulibaly al limite, la trattenuta un po' c'è stata ma la palla andava via. Fabbri ha deciso così, ci può stare, lasciamo decidere gli arbitri. A noi sta la bravura di adattarci e trovare soluzioni. Coppa d'Africa? Vedremo, oggi abbiamo fatto il Napoli in maniera corretta. Abbiamo riempito bene la maglia del Napoli perché quando la mettiamo non si tratta solo di esserci dentro. Oggi anche chi ha giocato di meno ha dimostrato di essere fondamentale" .

tutte le notizie di