Calcio Napoli 1926
I migliori video scelti dal nostro canale

ultimissime calcio napoli

Spalletti: “Domani una gara che ti fa la radiografia all’anima. Niente scorie!”

Spalletti: “Domani una gara che ti fa la radiografia all’anima. Niente scorie!”

Le parole di Spalletti e Rrahmani in conferenza

Giovanni Ibello

Cari lettori di CalcioNapoli1926.it, è tutto pronto al Konami Training Center di Castel Volturno per la conferenza stampa di Luciano Spalletti e Amir Rrahmani.

Verso Leicester Napoli: parlano Spalletti e Rrahmani

 

Il tecnico e il difensore kosovaro parleranno del prossimo impegno che vedrà gli azzurri impegnati in Europa League contro il Leicester. Una gara da dentro o fuori, una gara che dovrebbe escludere dalla rassegna continentale una delle due favorite del girone. Segui la diretta testuale dell'evento sul nostro sito.

14.40 - Arriva Rrahmani, le sue dichiarazioni: "La partita di domani è speciale perché in soli novanta minuti si decide la fortuna di due squadre. Dobbiamo entrare in campo pronti per dare tutto. Cosa è cambiato con l'arrivo di Spalletti? Che sto giocando di più (scherza, ndr). Siamo quattro giocatori di livello e tutti danno il massimo per questi colori. La partita di domani farà vedere chi ha carattere, è una partita decisiva, lo ripeto. Bisogna dare tutto. Siamo responsabili sempre, ogni partita è un banco di prova per noi. Vogliamo sempre vincere, ma non sempre quello che succede in campo è quello che vogliamo che si verifichi. Anche se giochi nelle squadre migliori del mondo puoi sempre migliorare sia sotto l'aspetto tecnico che tattico".

Arriva anche il turno di mister Spalletti. Le sue parole:

"L'unico problema di cui mi devo preoccupare è quello dei valori morali del calciatori, è quello dell'energia che devono esprimere. Voglio la schiena dritta, e la capacità di prendere a calci le situazioni che non vanno bene. Per quello che vedo io da questo punto di vista i miei calciatori sono in salute, per cui io non devo cambiare niente. Poi è chiaro che in un momento dove qualche risultato scricchiola, proprio come si diceva prima, la divisa diventa anche un po' più pesante. Serve una forza mentale superiore e c'è da mantenere la testa lucida sotto il profilo delle potenzialità. Perché è quello che conta veramente, riuscire a riconoscere le potenzialità che si hanno. La prestazione contro l'Atalanta c'è stata e visto quello che abbiamo dimostrato, data la situazione, io ci vedo un balzo in avanti. Non mi porto dietro la scoria della sconfitta, ma una sensazione positiva. Se sei stato al livello dell'Atalanta sei uno che può ambire a vincere la prossima anche se il livello è ugualmente alto. Poi è chiaro che ci sono gli episodi e soprattutto in quegli episodi lì è più facile andare a sfruttarli se arrivi alla situazione con la mente giusta". 

Su Osimhen

"Vediamo quale sarà il suo recupero giorno per giorno. Vedremo come reagirà in palestra e in base a quello capiremo cosa fare. Il ragazzo è uno che è sempre molto disponibile"

Sui pochi tifosi allo stadio e sull'ipotesi di far riposare qualcuno

"Si gioca di giovedì alle 18.30, questo dice tanto. Turn over? Ditemi voi, chi ha giocato di più e chi ha giocato meno? Magari mi dite Elmas, ma è quello che ha giocato più di tutti. Dobbiamo anche considerare gli impegni di questi calciatori nelle Nazionali. Il problema è generale, bisogna avere una rosa che vada a combattere questa difficoltà che hanno tutti. La difficoltà, l'insidia è sempre lì dietro la porta. Se a questi dati aggiungiamo anche i casi di Covid il quadro è completo. Chi rientra dal Covid ha difficoltà, il Covid non è un'influenza normale ma è un qualcosa di superiore che ti attacca il sistema respiratorio. Si dice sempre che siamo forti ma se alla prima spallatina andiamo giù allora che forti siamo? Sono tutte cose da valutare, poi ne riparliamo a fine partita".

Su Insigne e Fabian

"Stanno meglio, hanno fatto altri allenamenti e il livello si è alzato. Proveremo a recuperarli per domenica ma non sarà facile".

Su Manolas

"Ha avuto un problema, ma verrà con noi in panchina. Vedremo se i suoi problemi si riacutizzeranno o meno, servono allenamenti". 

Sulla prestazione di Malcuit

"Ha vampate, ha gamba in fase di possesso. Quando deve fare delle scelte fa più fatica, ma è un calciatore che può creare dei problemi agli avversari proprio per la sua fisicità. Per me ha fatto bene in tutte e due le fasi".

Sulla partita e sulla situazione emotiva

"Quella di domani è una di quelle partite che ti fanno la radiografia all'anima perché poi si arriva in fondo e questa è veramente da dentro o fuori. Lì poi sei costretto a non rimandare a domani il risultato di oggi. Quello che è il risultato di oggi rimane perché poi non si va più in giro per l'Europa. Di conseguenza il tuo carattere deve essere di quel livello lì. Se usciamo rimarrà sul nostro curriculum, anche se non abbiamo debiti con nessuno". 

Su come si preparano le partite con i tanti impegni

"Facciamo riunioni quotidianamente,  giocando sempre le analisi delle gare sono quasi quotidiane. E lì devi andare a dire qualcosa su quella precedente anche se poi è su quella futura che tu determini la tua situazione. Tutti i miei giocatori sono pronti a dare il massimo di quello che viene richiesto, io spesso ho detto che ho a che fare con un gruppo che oltre ad avere talento ha anche attributi. Di Lorenzo sabato notte si è sentito male e poi ha giocato la partita non facendo colazione né pranzando perché doveva recuperare le ore di sonno. Entrato in campo ha fatto una partita stratosferica. Questo dice molto sulla testa dei miei giocatori".

Ore 15.20. Finito il live della conferenza stampa