Calcio Napoli 1926
I migliori video scelti dal nostro canale

ultimissime calcio napoli

Spalletti: “Anche Mario Rui out ma smettiamola col giochino delle assenze. Su Manolas…”

NAPLES, ITALY - NOVEMBER 20: Luciano Spalletti speaks at a press conference of Napoli on November 20, 2021 in Naples, Italy. (Photo by SSC NAPOLI/SSC NAPOLI via Getty Images)

Ecco la conferenza stampa di mister Spalletti pre Milan-Napoli

Claudia Vivenzio

Tutto pronto per Milan-Napoli, gara che si giocherà domani alle 20.45 al San Siro e che sarà valida per la diciottesima giornata di Serie A. A presentare il big match in conferenza è il mister Luciano Spalletti.

Spalletti: "Assenze? Ce la giochiamo lo stesso contro il Milan"

 (Getty Images)

Di seguito la conferenza stampa di Luciano Spalletti:

"Che cosa mi aspetto dal Milan? Quello che ho visto in questi due anni, ossia il lavoro di Pioli, il loro modo si stare in campo molto chiaro. Così come sono chiare e nette le scelte dei singoli campioni che hanno. Personalmente non mi va di giocare contro squadra in difficoltà, voglio giocare contro squadre forti perché il Napoli è una squadra che può giocare contro squadre forti. Non ho bisogno di un avversario inferiore o in difficoltà per esibire la mia forza". 

Sulla motivazione

"Come ho motivato i calciatori visti i tanti infortuni? Direi che dobbiamo smetterla un po' anche noi. Non accetto il giochino di chi c'è, di chi non c'è, degli infortuni... in questi momenti c'è bisogno di esempi. Bisognare parlare delle corse, del coraggio, delle soluzioni possibili. Per domani abbiamo 16-17 giocatori disponibili, un numero che basta per giocare contro chiunqueNoi andiamo col necessario che serve, poi è chiaro che vogliamo essere ambiziosi e dipende da noi. Anche se ottenere alcune cose non sempre dipende solo da noi, perché succedono delle cose... ma il comportamento da avere è sempre lo stesso anche se il calcio a volte è tanto drammatico che un solo episodio ti annulla tutto il lavoro settimanale ma quello girerà una volta a favore ed una volta contro".

Sui convocati e gli assenti

"Anche Mario Rui non è convocabile, insieme a Fabian, Insigne, Osimhen e Koulibaly. Insomma facciamo prima a dire chi c'è (ride ndr.). Se siamo in emergenza? Ripeto, possiamo vincere la partita con quelli che abbiamo a disposizione. Andremo lì e ce la giocheremo con l'obiettivo di portare a casa i tre punti".

Sulla presenza a bordocampo

"Dopo due partite ritorno in panchina... so bene che ho creato dei problemi ai miei giocatori facendomi espellere. Quando qualcuno di loro manca io vado in difficoltà e sono a disagio, non posso fare a meno di loro. Li voglio tutti vicini e so quanto è importante la presenza di ognuno. Io non ho fatto la cosa giusta ed ho penalizzato la squadra in queste due partite e la responsabilità delle due sconfitte è mia e non succederà più perché sono stato male a vedere la partita da fuori".

Sull'addio di Manolas

"La storia di Manolas riguarda il rapporto tra lui e la società, quindi io non ne parlo. Averlo visto felice alla presentazione dell'Olympiacos mi fa piacere per lui. Per il resto noi abbiamo delle necessità per le insidie che puoi trovare. Le osservazioni che fate voi figuriamoci se non le facciamo noi... adesso però il mercato è chiuso ed il gruppo a disposizione per ora è questo".

Sui centrali difensivi

"Senza centrali non si va avanti?Sì, ma non devo fare questi ragionamenti, a me la rosa piace in tutti i petali ma se la asciughi qualcosa manca (ride, ndr.) e quindi va ricomposta".

tutte le notizie di