Calcio Napoli 1926
I migliori video scelti dal nostro canale

ultimissime calcio napoli

Manzo: “Il Sassuolo deve temere il Napoli, non può essere il contrario!”

Lorenzo Insigne (Photo by SSC NAPOLI via Getty Images)

Nel corso di Radio Punto Nuovo Show è intervenuto il presidente della Banca di Credito Cooperativo per parlare della sfida Sassuolo-Napoli e non solo

Ugo Panico

A Radio Punto Nuovo, nel corso di Punto Nuovo Sport Show è intervenuto Amedeo Manzo, presidente della Banca di Credito Cooperativo, per commentare l'imminente sfida Sassuolo-Napoli.

Manzo: "Penso che se il Napoli debba temere il Sassuolo vuol dire che..."

 (Getty Images)

Di seguito l'intervista di Amedeo Manzo:

"Penso che se dobbiamo temere il Sassuolo, in termini di auto-convinzione allora dobbiamo ancora lavorare. Il Sassuolo deve temere il Napoli: il Napoli ha una rosa di 16-17 giocatori importanti, con un tecnico come Spalletti concreto e moderno. De Laurentiis sta facendo volare le azioni della squadra anche in termini di valore assoluto, è un momento importante. Gli va riconosciuta la capacità di scegliere sempre per il meglio, con costi contenuti e sempre con massima redditività".

Sulla Juventus

"Ricapitalizzazioni della Juventus? Non è qualcosa di bello in valore assoluto, vediamo dei conti che non sono assolutamente con tua lì e non è un grande affare. Ad esempio noi come banca, non facciamo una cosa del genere. Se abbiamo un cliente importante, solido che ci fa guadagnare diversifica allora le banche fanno lo sforzo di seguirlo. Guardando i bilanci della Juventus non mi sembra che prendono l'Oscar alla borsa valori, sarei molto riflessivo se affidarmi alla Juventus. Al di là della reputation, rimane molto esposta al valore conseguente ai risultati sportivi. Il valore dell'azione direttamente proporzionale al risultato sportivo in questo momento la Juventus credo sia dal vertice ed è un valore da tener presente".

Su De Laurentiis

"De Laurentiis è un imprenditore, innanzitutto. Ed è stato anche un imprenditore visionario perché ha anticipato la qualità dei bilanci anche nelle società sportive cosa che non si sognava nessuno fino a 15-20 anni fa. La Roma ha vissuto delle vicende particolari, stesso dicasi per la Juventus, il Milan e l'Inter. Sul tema della vittoria, Sono certo che lui voglia vincere, ma non vuole pagare il prezzo del default. Se vincere significa rovinare il lavoro fatto fino ad oggi, in questo da banchiere lo seguo ed è ovvio da che il tifoso, quale sono, non sente ragioni. Sulla gara di stasera, l'unica perplessità che ho è quando il Napoli tiene palla e tiene il gioco. Stasera invece sarebbe una partita perfetta per andare di rimessa e quindi credo che il Napoli non debba farsi svolgere nella logica di attaccare a testa bassa ed esporsi al contrattacco del Sassuolo".