Sassuolo, De Zerbi: “Chi tiferò in Napoli-Milan? Brescia! Scudetto? Non ci pensiamo”

di Francesco Melluccio

Roberto De Zerbi, allenatore del Sassuolo al momento capolista della Serie A, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport. I neroverdi hanno raccolto un’altra vittoria sul campo del Verona, dove fino ad ora molte squadre sono cadute, sotto i colpi dell’armata di Juric.

LE PAROLE DI ROBERTO DE ZERBI

Queste le parole di Roberto De Zerbi: “Scudetto? E’ giusto avere ambizioni, ma dobbiamo essere seri e fare i conti con la realtà. Dobbiamo guardare a una partita per volta, ma ci sono squadre che hanno molto più di noi in tuttoAffrontare il Verona, così come l’Atalanta, non è semplice. Sono quattro partite in cui devi adattarti. Non è un caso che facciano fatica tutti a giocare contro di loro. Sapevamo che il Verona è una squadra contro la quale devi essere più verticale, contro la quale non trovi le solite linee di passaggio e contro la quale devi fare molti duelli uno contro uno. Nel primo tempo, secondo me, abbiamo fatto qualcosa di buono dal punto di vista del palleggio poi, come dicevo prima, ci siamo dovuti adattare, andare sui loro binari. Noi siamo stati in grado di adattarci perché è nelle nostre corde.

I premi? Sono contratti standard che fa il Sassuolo. Avevo questi premi anche i miei predecessori. Non c’è il premio salvezza ma c’è quello per il piazzamento in Europa e Champions League. Sulla durata annuale del contratto, è perché mi piace lavorare così, libero da vincoli. Ho firmato per un anno ma vale come dieci anni. Quando ho firmato il contratto con il Sassuolo ho ritenuto che fosse più giusto fare così.

Stasera c’è Napoli-Milan, per chi tiferai? “Per nessuno, io tifo per il Brescia e per le squadre per cui lavoro”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy