Riccio: “C’è ancora da lavorare, Demme ha stretto i denti per esserci. Europa? Pensiamo al Lecce”

Riccio: “C’è ancora da lavorare, Demme ha stretto i denti per esserci. Europa? Pensiamo al Lecce”

di Sabrina Uccello
Riccio su Sampdoria-Napoli

Gigi Riccio, vice-allenatore del Napoli, ha parlato ai microfoni di SKY dopo la vittoria contro la Sampdoria: “La garra l’avevamo incanalata bene, facendo quanto preparato ma la gara si è sprocata un po’ con la rete di Quagliarella. Sono cambiati i duelli, bisognava rimanere compatti e tenere botta. Dovevamo poi difenderci come sappiamo, ossia tenendo palla il più possibile, uscendo da situazioni difficili. Sappiamo da dove veniamo e il percorso avuto nelle scorse settimane, con tantissime diffficoltà. Riavere più calciatori possibili fa sì che le risorse aumentino. Chi era fuori ha fatto di tutto per rientrare il prima possibile e chi ha tenuto botta ha fatto più del possibile”.

Riccio su Demme e Lobotka

“Demme ha stretto i denti per esserci, è stato molto male in settimana per un virus. L’abbiamo recuperato tra stanotte e stamane, anche grazie al nostro staff medico che ha fatto di tutto. Lobotka ha avuto difficoltà a proteggere la difesa, abbiamo allungato le distanze sugli attaccanti avversari perdendo alcune nostre certezze. Dobbiamo lavorare meglio, il percorso nostro passa anche su queste cose da migliorare”.

Le ripartenze della Sampdoria

“Se decidiamo di andare in pressione alta, bisogna farlo in un certo modo da squadra sempre alla stessa maniera. Altrimenti meglio aspettare contro chi preferisce la verticalizzazione”.

La corsa all’Europa

“Noi ci siamo per il Lecce la settimana prossima, pensiamo a questo senza farci distrarre da altro”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy