PROMOSSI E BOCCIATI – Allan torna guerriero, Nkoulou custodisce il pari. Fabiàn non è in vena, Baselli scialbo

PROMOSSI E BOCCIATI – Allan torna guerriero, Nkoulou custodisce il pari. Fabiàn non è in vena, Baselli scialbo

Ritorna la rubrica di CalcioNapoli1926.it che decreterà i migliori e i peggiori in campo

di Redazione

PROMOSSI E BOCCIATI è la rubrica di CalcioNapoli1926.it che avrà il compito di valutare, di partita in partita, il lavoro svolto da due calciatori per squadra e decretare i migliori e i peggiori in campo analizzando il rendimento personale, l’apporto alla squadra e l’incisività sulla gara e sul risultato finale. Questa volta, però, si è valutata anche la gara al di fuori del rettangolo di gioco.

Secondo 0-0 di fila. Dopo la sfortuna del Franchi contro la Fiorentina, anche al San Paolo non va meglio contro il Torino, per troppi sprechi e per sfortuna. Mazzarri schiera bene i suoi in campo, soprattutto in zona difensiva: in attacco mai pericoloso, in difese erge il muro. Insigne colpisce un palo clamoroso a metà secondo tempo, Milik sfiora il gol due volte e Zielinski torna a brillare ma manca il gol, fattore fondamentale.

PROMOSSI: Allan, Nkoulou

BOCCIATI: Fabiàn Ruiz, Baselli

ALLAN – Dopo le vicende di gennaio tra il possibile passaggio al PSG e un momento di difficoltà in campo, è tornato concentrato come prima e forse anche di più. Con il Torino torna a macinare kilometri e ad avere il veleno negli occhi per ogni pallone su cui va a contrasto. Corre anche quando la partita è finita, per riprendere tutti i compagni dal campo e caricarli nonostante il pareggio non soddisfacente. Anche Mazzarri, allenatore del Torino, nelle interviste post-partita ha speso parole di elogio per il mastino brasiliano. Al 90′ si becca l’espulsione per doppio cartellino giallo dopo una rincorsa folle a Belotti ma il VAR corregge la decisione dell’arbitro e il Napoli può esultare perché avrà il suo guerriero anche a Parma dopo il ritorno di Europa League. Decisivo!

NKOULOU – Il centrale camerunense guida benissimo la difesa granata. Con Moretti forma una difesa di grande esperienza e lui contro il Napoli ci mette anche qualcosa in più: è attentissimo sugli inserimenti dei centrocampisti e sulle scorribande di Insigne, Milik e Callejon. Si fa saltare pochissime volte ed è anche merito suo se il Toro non subisce reti. Buona gara di tutta la squadra, lui si erge.

FABIAN RUIZ – E’ la peggior partita da quando veste la maglia azzurra, non è pimpante e sveglio come al solito. Ad inizio partita è molto sofisticato, cerca giocate di fino ma diventa stucchevole. Viene spesso chiuso e bloccato quando cerca l’arrembaggio verso l’area di rigore avversaria e una sola volta riesce nel suo intento ma Milik non sfrutta l’ottimo assist. Avrebbe bisogno di un po’ di riposo per ritrovare la fantasia e il cambio di passo che lo hanno reso il nuovo volto del Napoli. Ancelotti dovrà recuperarlo e infatti lo sostituisce dopo 70 minuti per cercare qualcosa di diverso in mezzo al campo.

BASELLI – Solita stagione. Parte bene, continua molto peggio. Anche al San Paolo non è il giovane talentuoso di cui si parla da anni, non trova la situazione giusta per espoldere definitivamente, non è pericoloso e nemmeno utile alla squadra. Mazzarri gli concede solo l’ultima mezz’ora ma non si fa vedere, né in zona difensiva, tantomeno in quella offensiva: bocciato!

Di Salvatore Amoroso
©RIPRODUZIONE RISERVATA

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy