Politano: “Vogliamo fare meglio del Napoli di Sarri, Gattuso mi fa sentire importante. Rapporto speciale con Insigne”

di Sabrina Uccello
Politano

L’attaccante azzurro Matteo Politano è stato ospite quest’oggi ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli. Il giocatore ha risposto ad alcune domande e fatto il punto della situazione sull’attualità: “Abbiamo ripreso gli allenamenti da circa dieci giorni, attendiamo l’annuncio ufficiale sulla ripresa. Non è stato facile, sopratutto quando c’era il pericolo. Ci siamo messi a disposizione, restando in casa e allenandoci ogni giorno. Lo staff ci mandava cosa fare e quindi non siamo rimasti fermi”.

Politano sulla ripresa 

Politano
Politano

“Le sensazioni sono positive. Abbiamo un grande gruppo e ci toccherà giocare ogni tre giorni. Andrà fatto uno sforzo e il clima non aiuterà. Mancano dodici partite per finire la stagione, è ancora lunga. Cercheremo di vincere quante più gare possibili per arrivare in Champions o Europa League. Coppa Italia? Non sarà facile fronteggiare l’Inter, nonostante la vittoria dell’andata. Resta un obiettivo principale”.

La gara contro il Barcellona

“Ho giocato per due anni di fila al Camp Nou. Fa un certo effetto. Non è facile giocare a porte chiuse, dobbiamo abituarci ad avere spalti vuoti”.

CLICCA QUI PER LE PAROLE DELL’AGENTE DI POLITANO

Il primo gol col Napoli

“Speriamo arrivi presto, magari proprio nel ritorno degli ottavi di Champions League. Devo aspettare agosto (ride, ndr), speriamo che avvenga prima”.

Il rapporto con Gattuso e il lavoro

“Posso migliorare in fase realizzativa. Non sono uno che segna molte reti, potrei farne di più. La qualità per fare gol la tengo, devo migliorare anche in fase difensiva. Con Gattuso c’è un nel rapporto. Mi ha subito fatto sentire importante, così come i compagni. Lui riceva il massimo da tutti, è molto intelligente. Non è stato semplice il mio arrivo, avevo perso un po’ di fiducia nei mesi precedenti. Il 4-3-3 è il mio modulo? Sì, ma anche al Sassuolo con Iachini giocavo nel 3-5-2: magari con Conte i compiti erano diversi, e per me non era l’ideale”.

Il progetto del Napoli e la città per Politano

Politano Napoli

“Nei prossimi quattro anni ci auguriamo di fare meglio del Napoli di Sarri, sta venendo su una squadra forte ma spetta a noi dimostrare la bontà degli investimenti della società. Napoli offre tanto, la gente è calorosa. Mi sono trovato subito bene, i tifosi mi chiedono di dare sempre il massimo per la squadra. Qui l’entusiasmo è diverso, i tifosi sono molto legati a squadra e città. Sono venuto a Napoli per il progetto e per il mister, è un grandissimo trampolino di lancio: spero di consacrarmi qui. Prima del mio arrivo c’è stata qualche chiamata col mister”.

La Nazionale

“Spero di tornare presto. Sto cercando di guadagnarmi il posto, devo fare bene col Napoli. Mancini guarda le partite dei club e devo fare bene qui per tornare con l’Italia”.

Il capitano Insigne

“Ho legato molto con lui, avevamo un bellissimo rapporto già prima che arrivassi a Napoli. Abbiamo legato in Nazionale, è stato bello ritrovarlo.”

CLICCA QUI PER SEGUIRCI ANCHE SU TWITTER

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy