Pocheshi: “In porta serve sempre una gerarchia. Il Napoli ieri ha vinto per un solo motivo”

Pocheshi: “In porta serve sempre una gerarchia. Il Napoli ieri ha vinto per un solo motivo”

L’allenatore Sandro Pocheshi si è soffermato sul Napoli e sul dualismo in porta

di Maria Ferriero, @m_ferriero

Il tecnico del Napoli, Gennaro Gattuso, continua nella sua alternanza tra i portieri presenti in rosa. Complici, però, alcuni problemi fisici che stanno attanagliando la stagione di Alex Meret, è possibile vedere in campo sempre più spesso Ospina. Una situazione resa favorevole dalle caratteristiche e dalle qualità che entrambi, anche se diverse, possiedono. Il dualismo, però, sembrerebbe non essere sempre una caratteristica che fa bene. Sull’argomento si è soffermato l’allenatore Sandro Pocheshi, intervenuto ai microfoni di Radio Marte.

Le parole di Pocheshi

“Da allenatore non partirei mai con due buoni portieri perché deve esserci una gerarchia in quel ruolo. E’ sempre un rischio scegliere di far giocare il portiere con i piedi, non ho mai visto un’azione gol partire dal portiere. Le mie squadre hanno sempre giocato partendo da dietro, altro discorso è poi dare la palla dietro al portiere. Rappresenta sempre un atto di debolezza perchè si deve giocare sempre in avanti. E’ una moda far giocare il portiere, ma sono più gli sbagli che si fanno che le cose buone. Il Napoli, si è visto da come ha giocato, ieri non aveva nulla da perdere. Con la testa libera ha vinto, ma una rondine non fa primavera”.

(CLICCA QUI PER SEGUIRCI ANCHE SU INSTAGRAM)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy