Pazienza: “Gli errori cominciano a pesare! Il mio Napoli era diverso, una Champions…”

Pazienza: “Gli errori cominciano a pesare! Il mio Napoli era diverso, una Champions…”

di Luca D'Isanto, @Luca_disanto1

L’ex centrocampista del Napoli Michele Pazienza ha analizzato ai microfoni di Tmw Radio il momento no della formazione azzurra. Ecco quanto evidenziato dalla redazione di CalcioNapoli1926.it:

“Gli errori individuali cominciano a pesare tanto, soprattutto se a ogni sbaglio segue un gol degli avversari. La situazione è difficile, anche per uno carismatico come Gattuso. Anche se ieri, dal punto di vista caratteriale, il Napoli qualcosa ha fatto vedere. A Pisa ho allenato dei giocatori che aveva lui l’anno prima e mi hanno parlato di una persona in grado di trasmettere tanto”.

Pazienza racconta: “Il mio Napoli era diverso”

“Erano anni diversi, il Napoli veniva da un fallimento. Eravamo all’inizio di un percorso e tutto ciò che arrivava a un certo livello era un tutto di guadagnato. Raggiungere la Champions in quel periodo era come vincere lo Scudetto. Il Napoli per 4-5 anni è riuscito a mantenere questo livello, ma adesso ha avuto un calo che può essere anche fisiologico. Gattuso non ha la bacchetta magica, me lo auguro, ma sarà difficile in poco tempo risollevare la situazione”.

Pazienza
(Photo by Getty Images)

Oggi l’ex Napoli, oggi allenatore, è intervenuto anche ai microfoni di Radio Marte: clicca qui per leggere l’intervista completa. Ecco uno stralcio delle sue dichiarazioni: “Un allenatore come Gattuso di certo può intervenire nell’immediato sull’aspetto caratteriale, ma su quello tecnico-tattico ha bisogno di molto più tempo. Dal punto di vista motivazionale il Napoli la reazione l’ha già avuta. Contro l’Inter il Napoli ha commesso errori, ma va detto pure che il Napoli ieri mancava di alcuni elementi importanti”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy