Osimhen, il sangue oltre il sudore. Assurde le critiche a Gattuso e Insigne: ora uniti per l’obiettivo

di Gerardo Di Lorenzo

Nulla è perduto, ma il passo falso pesa e si sente. Ci può stare, è fisiologico un calo di tensione e di energie psicofisiche, quindi non bisogna farne un dramma. Il Cagliari ha avuto più benzina, forse ha meritato il pareggio, anche se qualche perplessità resta (tanto per usare un eufemismo) sul gol annullato a Victor Osimhen per una presunta spinta su Godin. Quel gol avrebbe probabilmente sancito la vittoria del Napoli.

PROFILO DI VICTOR OSIMHEN

Schiacciati, a tratti impauriti e con poche idee, come arma gli azzurri hanno avuto il lancio in avanti per un Osimhen straripante (che ha lasciato il terreno di gioco insanguinato dopo aver sudato la maglia a ogni scatto).  Il nigeriano corre, lotta, soffia palloni agli avversari e le mette in rete. La Champions passa anche dalle sue giocate fameliche. Ogni pallone lanciato in avanti era preda del centravanti nigeriano, che potrebbe rappresentare la carta in più in queste ultime quattro gare. E’ chiaro che un ulteriore passo falso vorrebbe dire fine di un sogno; quindi testa allo Spezia, squadra che ha dimostrato di dare filo da torcere alle big e gli azzurri lo sanno bene, imparandolo anche a proprie spese.

Gli azzurri dovranno farsi trovare pronti per questo sprint finale

Getty Images

La squadra di Gattuso scivola di nuovo giù in classifica, ma deve e può ancora aggrapparsi ai propri risultati, a qualche scontro diretto che da qui fino alla fine interesserà le diverse avversarie per un posto in zona Champions ed al calendario che almeno sulla carta, dovrebbe favorire gli azzurri (anche se, giocare contro squadre che lottano per non retrocedere, non è detto che sia semplice).

In caso di vittoria del Napoli, qualunque risultato tra Juve e Milan potrebbe andar bene, vuoi per superarne una, vuoi per raggiungerle. Vedremo in scena anche Milan contro Atalanta e Juve contro Inter, sperando che i neo campioni riescano a mantenere la lucidità per onorare il derby d’Italia.  E’ uno sprint finale sicuramente molto avvincente e che con molte probabilità, andrà avanti fino all’ultimo triplice fischio di questa stagione, posto che anche la Lazio è lì, a tre punti dagli azzurri ma con una partita da recuperare.

L’importanza dei nervi saldi e della forma fisica

Gattuso
(Photo by Getty Images)

Conteranno tantissimo la forma fisica ed i nervi saldi in questo scorcio di stagione che si è manifestata estremamente livellata. Dodici punti a disposizione, indipendentemente dai risultati delle altre squadre, il Napoli come obiettivo deve proporsi quello di fare bottino pieno per avere la matematica certezza di un posto in Champions. Spezia, Udinese, Fiorentina e Verona, rappresentano gare che valgono più di tre punti.

Il valore è assoluto, perché dal risultato che emergerà da questi incontri, dipenderà il Napoli che sarà, con i suoi nuovi obiettivi, i suoi investimenti e le sue programmazioni. Ultima nota e non per ordine d’importanza, è data dall’amarezza che lascia leggere soprattutto sui social (e non solo…) nuovi attacchi a Gattuso ed Insigne. Sembra davvero che in molti si divertano ancora a puntare il dito al primo passo falso. Purtroppo si tratta spesso e volentieri di proclamati tifosi del Napoli.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy