Ordine punge ancora ADL: “Il CONI dice che non c’è malafede? Forse non ha visto un sms…”

di Giovanni Ibello

Franco Ordine, noto giornalista italiano nonché opinionista di Telelombardia, ha commentato sull’edizione odierna de ‘Il Giornale’ le motivazioni pubblicate dal Coni sulla sentenza di Juve-Napoli.  Ecco quanto delle sue parole è stato evidenziato dalla nostra redazione:

Ordine ancora “a gamba tesa” su De Laurentiis

“Franco Frattini, politico fatto e finito, ha stabilito un principio che può rivelarsi per lo stesso Coni un clamoroso autogol. Ha scritto: esiste una gerarchia e le disposizioni statali sono superiori a quelle sportive. Conclusione molto pericolosa per l’autonomia dello sport che ha subito già la rovinosa invasione del governo giallorosso (e di Spadafora) con la riforma presa a martellate dal Cio. Questa sentenza potrebbe un giorno voler dire che un intervento del Tar ha preminenza sulla squalifica di un calciatore. E sarebbe la fine dei giochi. «Non c’è malafede» ha concluso Frattini a proposito del comportamento di De Laurentiis. Forse non gli hanno mostrato l’sms scritto ad Agnelli per avere il sì al rinvio della partita”.

Clicca qui se vuoi essere sempre aggiornato

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy