Calcio Napoli 1926
I migliori video scelti dal nostro canale

ultimissime calcio napoli

Spalletti e il turnover, una scommessa da vincere: 4 azzurri e mezzo avranno la loro chance

Spalletti e il turnover, una scommessa da vincere: 4 azzurri e mezzo avranno la loro chance

Questo pomeriggio andrà in scena la sfida tanto attesa tra Napoli e Spartak Mosca, valida per la seconda giornata di Europa League. Spalletti verso un ampio turnover per far rifiatare alcuni calciatori della rosa in vista della gara di domenica

Edoardo Riccio

Inquietudine e turbamento hanno contraddistinto un percorso tortuoso, raggiungere la salvezza non è stato semplice. Come nella Divina Commedia di Dante, anche il Napoli è stato protagonista di un viaggio mirabolante nei mondi ultraterreni. Un pellegrinaggio dall'Inferno al Paradiso, passando per il Purgatorio; nei luoghi macabri e minacciosi, costellati da amarezze e delusioni, gli azzurri si sono lasciati condurre verso le stelle della dimensione celeste da Luciano Spalletti, nuovo comandante dell'imbarcazione dei partenopei. Approdare in questa nuova realtà ha rappresentato la conclusione di un iter interiore, che ha mutato nel profondo i calciatori azzurri.

Gli effetti salvifici del tecnico toscano sono stati lampanti, i successi ottenuti e l'avvio di stagione brillante hanno testimoniato l'epilogo di un cammino spirituale, che ha giovato a tutta la squadra. Sei vittorie su altrettante partite, capolista a punteggio pieno e miglior difesa della Serie A: il Napoli è una macchina da guerra inarrestabile, arginare la sua furia indomabile attualmente sembra impossibile. Bisogna proseguire, però, con la "testa nel carrarmato", ha dichiarato Giuntoli, anche perché in Europa League il percorso non è cominciato allo stesso modo. Dopo una rimonta pazzesca, al King Power Stadium i partenopei hanno strappato "soltanto" un punto al Leicester.

Napoli-Spartak Mosca, Spalletti verso il turnover in vista della Fiorentina

 Luciano Spalletti (Getty Images)

Questo pomeriggio, però, il Napoli ospiterà al Maradona lo Spartak Mosca, l'obiettivo è conseguire il primo successo europeo della stagione e dimostrare anche ai russi la colossale potenza posseduta. Gli spartachi di Rui Vitoria non hanno avuto un splendido avvio di stagione; per questo motivo, Spalletti, infatti, tenterà di dosare le energie dei propri calciatori, attuando un primo turnover. Il tour de force di inizio stagione è stato davvero difficoltoso, i numerosi infortuni hanno, inoltre, intralciato i piani dell'allenatore toscano. Il gruppo, però, è ormai al completo, Luciano potrà confidare nel supporto di alcuni azzurri, utilizzati soltanto parcamente dall'inizio della stagione. Nonostante le intenzioni del mister, sarebbe errato sottovalutare una sfida di tale portata, poiché i russi figurano come la terza potenza del Gruppo C.

Alla guida dello Zenit, lo zar Spalletti ha già affrontato lo Spartak ed ha mostrato loro e alle altre rivali la propria filosofia calcistica, laureandosi per ben due volte campione di Russia. Conoscendo la taratura dell'avversario e tenendo in considerazione la gara impegnativa di Firenze, il tecnico toscano è pronto a mutare la formazione consuetudinaria. Quattro, infatti, potrebbero essere i cambi rispetto all'ultima gara di campionato con il Cagliari.

"Per la gara di domani tra Napoli e Spartak, potrei risparmiare alcuni giocatori ed operare qualche cambio: tre, quattro, quattro e mezzo...". Finalmente è giunto il momento per Spalletti di effettuare alcune variazioni nel proprio undici, finalmente è giunto il momento di concedere minutaggio ai "titolari di 10 minuti". Così sono stati definiti da Luciano gli azzurri seduti in panchina, perché tutti i membri della rosa devono essere valorizzati per far sì che siano coinvolti totalmente nello sviluppo del Napoli. Manolas scalpita per scendere in campo dal primo minuto, potrebbe ricevere l'occasione di presiedere la retroguardia azzurra con una mentalità differente dall'ultima volta con la Juve. Il mister potrebbe anche sfruttare la velocità di Malcuit e la floridezza del talentuoso Zanoli, operando delle modifiche su entrambe le corsie.

Anche Eljif Elmas potrebbe soffiare il posto da titolare ad uno tra Fabian Ruiz ed Anguissa, entrambi in grande spolvero, ma desiderosi di riposare. Il gioiello macedone ha bisogno di giocare per poter esternare la lucentezza del suo talento. Lozano, inoltre, potrebbe vincere il ballottaggio con Politano ed ottenere la ghiotta opportunità di lasciare il segno, sfruttando le sue migliori qualità. Come nel film di Tom Holland, El Chucky, infatti, ha intenzione di seminare il panico tra gli avversari e perforare la difesa dello Spartak.

Insomma, Spalletti è pronto ad apportare delle novità nella formazione di domani, lanciando dal primo minuto alcuni giocatori solitamente non titolari. L'obiettivo del mister è di estrapolare tutta la magnificenza da ciascuno dei suoi calciatori; ognuno di questi deve interpretare un ruolo fondamentale all'interno della squadra, con l'auspicio di costituire piccoli ingranaggi e brevi circuiti di un meccanismo perfettamente ineccepibile. Queste sono le fondamenta del trionfo, poiché per "accendere il fuoco del successo occorrono sempre due pietre focaie".