Calcio Napoli 1926
I migliori video scelti dal nostro canale

ultimissime calcio napoli

Renica: “Milan-Napoli? Chi perde si ridimensiona. Insigne non deve andare via!”

Renica: “Milan-Napoli? Chi perde si ridimensiona. Insigne non deve andare via!”

Le parole di Renica a Tuttomercatoweb.com su Milan-Napoli e sulla querelle Insigne

Francesco Casillo

Alessandro Renica, ex difensore azzurro, ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni di Tuttomercatoweb.com. Il compagno fedelissimo di Diego Armando Maradona, ha commentato la questione Insigne-rinnovo di contratto e non solo. Renica ha poi detto la sua sull'imminente big match tra Milan e Napoli di domenica sera.

Renica: "Milan-Napoli? Chi esce sconfitto ridimensiona notevolmente le sue amibizioni"

 (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Di seguito le dichiarazioni dell'ex centrale azzurro

Su Milan-Napoli

"E' un test per tutte e due e chi perde si ridimensiona. Chi è più in forma? Nessuna delle due: sia Milan che Napoli hanno giocato due gare a dir poco discutibili, però si sa che nel calcio ciò che vale una domenica non vale per quella dopo, staremo a vedere. Chi ha giocato meglio fino ad ora tra Napoli e Milan? Per tre quarti di campionato i rossoneri ma nell'ultima fase è calato, è visibile. E' riconducibile alla questione infortuni che è un discorso che riguarda anche gli azzurri".

Sul mancato rinnovo di Insigne 

"Per quanto riguarda la vicenda Insigne è una storia gestita dal presidente in questo modo e diciamo che è affar suo nel senso che è lui che ha deciso di portare avanti questa situazione in questo modo. Vedremo che conseguenze ci saranno, in generale. Dipendesse da me, Insigne lo confermerei tutta la vita ma devono trovare loro l'accordo. E' una gestione diversa da quelle che si facevano in passato, è stata gestita con canoni moderni. Una volta non si sarebbe arrivati a gennaio, con i traguardi che ci sono da raggiungere e le eventuali tensioni che può portare. Il Napoli senza Insigne? La squadra sarebbe più povera dal punto di vista tecnico e delle soluzioni offensive. Come esterno sinistro è il più forte in Italia".

Sulla curiosa affermazione di De Laurentiis sulla pizza

"Ad Aurelio non piace la pizza? Io invece vado pazzo per la pizza napoletana e riesco a mangiare solo quella...".