CdS – La moviola di Napoli Lazio: Massa insufficiente. Per lui decidono sempre il Var ed il quarto uomo

CdS – La moviola di Napoli Lazio: Massa insufficiente. Per lui decidono sempre il Var ed il quarto uomo

L’edizione odierna del Corriere dello Sport ha analizzato la moviola di Napoli Lazio

di Maria Ferriero, @m_ferriero
Massa per Napoli Lazio, la moviola

Una serata da dimenticare è quella di ieri sera per l’arbitro internazionale Massa. Il direttore di gara si è, infatti, reso protagonista di una serie numerosa di grossolani errori. Dall’inizio alla fine. Una che ha spinto l’edizione odierna del Corriere dello Sport a chiedersi se davvero un arbitro internazionale possa dover chiedere aiuto al quarto uomo. Il quotidiano, nella sua consueta moviola, ha giudicato pesantemente insufficiente la prestazione dell’uomo.

La moviola

Massa si rende subito protagonista di un errore, o meglio, di un ritardo perchè l’uscita scomposta di Hysaj sul calciatore avversario è palese. Non c’è nulla su cui pensare eppure l’arbitro fischia in ritardo forse perchè a suggerirglielo deve essere il Var. Ancora male sul presunto rigore non assegnato al Napoli per il tocco di Acerbi. La decisione è giusta, visto il braccio del calciatore attaccato al braccio, ma anche in questo caso la conferma deve venire dalla tecnologia. Pochi minuto dopo, l’arbitro non riesce nemmeno a decidere da solo se quello di Hysaj è fallo. Sarà, infatti, il quarto uomo Manganiello a suggerigli come muoversi in campo. Errore anche nella questione Leiva perchè il calciatore non commette alcun fallo su Zielinski ed ha tutte le ragioni per protestare anche se la reazione è, poi, spropositata e giustifica il rosso. Negli ultimi minuti del match, poi, si passa ad una cattiva gestione dei falli come quello non visto ai danni di Callejon da parte di Radu che avrebbe meritato anche il giallo. Corrette solo le decisioni prese in occasione dei due gol, in fuorigioco, messi a segno dall’attacco laziale.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy