Siamo al paradosso: Napoli unica italiana di sempre massacrata dopo una vittoria. Quando l’Inter fu presa a schiaffi dal Beer Sheva…

di Giovanni Ibello

Davvero pesante il commento del Corriere della Sera sulla prestazione sciorinata dal Napoli in quel di Fiume. A nostro sommesso avviso, il quotidiano milanese stavolta ha davvero esagerato. Fatta salva la libertà di critica, non si può assolutamente scrivere che il Napoli “è stato preso a schiaffi dai croati fino a perdere la ragione”, anche perché, a conti fatti, i partenopei hanno espugnato il campo del Rijeka.

Signori, questa è l’Europa

Signori, questa è l’Europa…ma cosa vi aspettavate, i tappeti rossi? Non ricordiamo critiche così feroci dopo la vittoria (sottolineamolo, il Napoli ha vinto…) di un’italiana in terra europea. Il Rijeka, pur essendo una squadra tutto sommato modesta, non è affatto semplice da affrontare. Hanno grinta da vendere e se tu Napoli, sottovaluti inconsciamente l’impegno, rischi concretamente di uscirne con le ossa rotte. La Real Sociedad – che per inciso sta sgominando in Liga –  è riuscita a vincere solo all’ultimo respiro contro la formazione croata. Inoltre, e qui si va a memoria, non ricordiamo titoli simili quando la “nobile” Inter si è fatta davvero prendere a schiaffi (a San Siro per giunta, oltreché in Israele) da una compagine di “scappati di casa” quale l’Hapoel Beer Sheva. Di seguito il commento del CorSera sul Napoli:

RIJEKA, CROATIA – NOVEMBER 05: Matteo Politano of Napoli during the UEFA Europa League Group F stage match between HNK Rijeka and SSC Napoli at Stadion HNK Rijeka on November 05, 2020 in Rijeka, Croatia. (Photo by SSC NAPOLI/SSC NAPOLI via Getty Images)

Il Napoli doveva vincere e lo ha fatto. Ma è stato preso a schiaffi per oltre mezz’ora, fino a perdere la ragionePoi il sussulto d’orgoglio e un regalo inaspettato. Il guizzo all’improvviso che consente ai partenopei, sotto con il Rjieka dopo 13 minuti, di raddrizzare la gara e ribaltarla, nasce casualmente con il pari di Demme sul finire di tempo. Poi, l’autogol di Braut e l’Europa League che continua con il sorriso. Napoli primo del girone, in coabitazione con Az Alkmaar e Real Sociedad, aspetta i croati il 26 novembre al San Paolo”.

Clicca qui se vuoi restare sempre aggiornato

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy