CdS – Allan al centro del progetto Napoli. Contratto e prestazioni

CdS – Allan al centro del progetto Napoli. Contratto e prestazioni

di Alessandro Silvano Davidde, @ASDavidde
Allan

Il mercato e i nuovi, d’accordo, ma un’idea difficilmente può cambiare: tutto sommato non è agevole intravedere un clone di Allan in questo Napoli. Un doppione, l’alter ego nel gioco delle coppie di ruolo per intenderci. Uno come lui, con le sue caratteristiche di maratoneta. D’interditore, di fine interprete del pressing di enorme quantità e discreta qualità è un pezzo unico. Insostituibile? Il Corriere dello Sport ha evidenziato diversi aspetti.

Allan, vita nuovo a contratto nuovo

 

Come si dice, però: anno nuovo, contratto nuovo. Dopo un bel tira e molla che non è ancora finito ma comunque neanche bloccato dai paletti dell’impasse di qualche mese fa. Proprio così: andò male sul serio l’incontro nei pressi della prima con il Liverpool al San Paolo, un po’ meglio le successive telefonate e piuttosto bene il secondo faccia a faccia un attimo prima dell’esonero di Carletto. Tutto procede, insomma, viaggia spedito (si parla di un ritocco fino a 3 milioni a scalare): ma, come dicevamo, ora spetta alla stagione del Napoli vivere un’impennata.

A cominciare dalla partita in programma oggi con la Fiorentina: urge una vittoria. Necessariamente. E poi, martedì testa ai quarti di Coppa Italia con la Lazio e cinque giorni dopo alla sfida con la Juve: tris al San Paolo che Allan, c’è da scommetterci, vivrà per intero. Sì: Gattuso non farà a meno di lui a centrocampo, per equilibri e sostanza, e il brasiliano non se le perderebbe mai. Anche perché, contratto a parte, c’è la Nazionale da riconquistare: la Seleçao, sì, vissuta e momentaneamente archiviata. La vita è fatti di momenti. La vita cambia in fretta: anno nuovo, Allan nuovo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy