Monti: “No a cartonati sugli spalti, gli stadi vuoti ricordano l’accaduto”

Monti: “No a cartonati sugli spalti, gli stadi vuoti ricordano l’accaduto”

di Mattia Fele

Il giornalista Gianluca Monti ha pubblicato un messaggio su Twitter riguardo alla chiusura degli stadi ai tifosi, a due settimane dalla ripresa totale della Serie A e della Coppa Italia. In Germania il campionato è ripreso da diversi week-end e molto si è diffusa la pratica di sostituire con dei cartonati i tifosi sugli spalti, per dare un colpo d’occhio simile a quello che viene a crearsi quando lo stadio è pieno. Monti si è detto fortemente contrario all’imitazione di questa pratica in Italia, poiché il vuoto sulle gradinate servirebbe a non dimenticare ciò che è successo, a vivere il calcio come cambiato e non a volersi per forza di cose attaccare ad un passato che al momento non può tornare. Un’idea controcorrente quella di Monti ma del tutto comprensibile, data la forza con cui il campionato di calcio è voluto ripartire anche senza poter essere seguito come prima.

 

 

 

 

CLICCA QUI PER LE ULTIME SUL NUOVO CALENDARIO DI SERIE A

 

 

 

 

Il post di Monti


Vi prego, risparmiateci audio “fake” con il pubblico che esulta oppure manichini/cartonati dei tifosi e qualsiasi altra castroneria per nascondere gli spalti tristemente – ma necessariamente – vuoti. Sono lì a ricordarci cosa è accaduto e perché il calcio riparte”.

 

 

 


 

 

 

SEGUICI ANCHE SU TWITTER 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy