Milik-Napoli: la guerra continua e si sposta in tribunale

La società gli fa causa, il giocatore fa lo stesso per il mancato pagamento dello stipendio di ottobre

di Giovanni Montuori
Milik

Il Napoli ha citato in giudizio Arkadiusz Milik per danno d’immagine, chiedendo un risarcimento di un milione di euro. A riportarlo è il Corriere dello Sport. Il club di De Laurentiis ha intrapreso questa battaglia legale per 2 motivi: l’ammutinamento del 5 novembre 2019, dopo Napoli-Salisburgo di Champions, e una pubblicità non autorizzata relativa al ristorante di Katowice di proprietà dell’attaccante. Ma Milik non è rimasto a guardare, ed ha risposto anch’egli minacciando azioni legali, per il mancato pagamento della mensilità di ottobre, corrisposta invece agli altri compagni di squadra.

CLICCA QUI PER LE ULTIME NEWS SUL NAPOLI

La guerra tra il Napoli e Milik continua, ma questa volta la parola è passata agli avvocati. A quanto riporta il Corriere dello Sport, al momento l’unico citato in giudizio è l’attaccante polacco. Milik, per ora ha solo minacciato azioni legali. Infatti, secondo le norme federali, il Napoli deve pagare tutti gli stipendi arretrati dell’anno 2020 entro il 16 febbraio, e dunque è ancora in tempo per farlo. Però, Milik ha fatto presente ai dirigenti de Napoli di non aver ricevuto le spettanze di ottobre a differenza di tutti gli altri compagni.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI SU TWITTER

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy