Calcio Napoli 1926
I migliori video scelti dal nostro canale

ultimissime calcio napoli

Mario Rui: “Con il Legia soffrirò da casa, Napoli merita lo scudetto. Su Osimhen…”

(Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Mario Rui, terzino del Napoli, ha parlato ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli, soffermandosi sul match contro il Legia

Domenico D'Ausilio

Mario Rui, terzino del Napoli, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli, soffermandosi sul match contro il Legia, contro cui il portoghese non scenderà in campo a causa delle due giornate di squalifica comminategli dopo il rosso diretto contro lo Spartak Mosca.

Mario Rui sul momento del Napoli

"Può sembrare scontato ma da fuori si soffre di più nel guardare i tuoi compagni in campo e non poterli aiutare. Farò il tifo come tutti i napoletani. La guarderò da casa. Fa piacere che i tifosi mi vogliano bene, merito anche della squadra che sta andando alla grande. Il segreto del nostro cammino è il lavoro che facciamo giorno per giorno. Non è giusto parlare del passato, pensiamo solo al presente e a continuare a far bene. Non subire gol ci avvicina alla vittoria, è fondamentale continuare così. So che su TikTok mi chiamano 'il Maestro', è una cosa che mi fa piacere e a questo punto mi aprirò un profilo su questo social. La fase difensiva va bene perché tutta la squadra si sacrifica. Abbiamo avuto tanto tempo per lavorare sui dettami tattici di Spalletti, anche dal punto della corsa, stiamo correndo meno perché sappiamo perfettamente cosa fare in campo e non sprechiamo energie. Con la Salernitana è stato difficile, loro hanno giocato bene mentre noi forse non abbiamo fatto la nostra migliore partita. Però è stato importante dare continuità ai risultati. Quota 91? Non lo so, vedo un campionato più equilibrato. Spero in un finale diverso. Avvertiamo entusiasmo e voglia di fare qualcosa di eccezionale che i tifosi e la città meriterebbero. Non sarà corsa a due, impossibile lasciare l'Inter fuori, è troppo presto. Osimhen è un ragazzo splendido, ha ancora margini di miglioramento e noi lo aiuteremo a crescere. Credo sia al 60% del sue potenziale espresso. Siamo un gruppo unito, ci sacrifichiamo l'uno per l'altro e lo dimostriamo in ogni partita".