È scomparso il dottor Emilio Acampora, medico sociale del Napoli di Maradona

di Enrico Esposito
Maradona

Una notizia scuote il Napoli e la città di Napoli: si è spento all’età di 91 anni il dottor Emilio Acampora, medico sociale del club azzurro negli anni di Diego Armando Maradona. Una grave perdita per la storia del club partenopeo, di cui Acampora rappresentò una colonna per quasi vent’anni.

Emilio Acampora era una delle persone di cui Maradona si fidava di più

napoli social
(Getty Images)

Emilio Acampora era originario di Agerola ma viveva a Napoli con la sua famiglia dal 1939. Dopo aver conseguito la laurea in medicina, iniziò il suo percorso lavorativo nella società azzurra nei primi anni Settanta. Come riporta il quotidiano il Roma, il dottore fu invitato dal vicepresidente Marino Brancaccio a prestare i suoi servizi prima alla Primavera e dal 1976 alla Prima squadra. Iniziò così una splendida storia d’amore tra Acampora e il Napoli, durata fino alla conquista della Coppa Uefa del 1989. Il medico sociale intrattenne profondi rapporti di stima e amicizia con gli allenatori come Rino Marchesi e Pesaola, e con i calciatori. Bellissimo il legame con Bruscolotti e molto stretto quello con Diego Armando Maradona, che cominciò ad affidarsi ai suoi consigli fin dall’arrivo a Napoli. Acampora conosceva del Pibe de Oro i problemi fisici e personali, e non li condivideva con nessun’altra persona. Neppure il fratello Romolo, caporedattore de il Mattino, aveva la possibilità di ricevere delle confessioni. Anni dopo Maradona indicava il momento preciso nel quale Acampora lo impressionò facendo una battuta. Durante il suo esordio con la maglia azzurra a Verona, i tifosi di casa avevano rivolto alla squadra cori beceri al grido di “«Colerosi terremotati che con il sapone non vi siete mai lavati”. Il numero 10 aveva chiesto al dottore come mai stesse sorridendo e non fosse invece offeso. Acampora rispose: “Sai, Diego, io mi lavo tutti i giorni”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy